“Vi porterò nel mio cuore”, don Roberto saluta Lugagnano

Ascolta questo articolo

Nel corso della messa di fine Grest di Lugagnano, sabato scorso 13 luglio, don Roberto Tortella ha salutato la comunità di Lugagnano prima della partenza che lo vedrà, dal prossimo settembre, diventare il Parroco di Caselle. La celebrazione, che ha visto la chiesa di Lugagnano letteralmente strapiena, si è aperta con il saluto del coparroco don Antonio Sona, che ha ricordato gli anni di lavoro e amicizia con don Roberto, “anni preziosi di collaborazione fruttuosa”.

 

(Foto Studio Liber)

 

Durante la Messa si sono susseguiti i commossi saluti degli animatori e dei catechisti, e a don Roberto è stata anche regalata una bicicletta, che il sacerdote ha immediatamente inforcato percorrendo la navata centrale della chiesa (vedi foto sopra), tra gli applausi di tutti.

 

Nell’omelia il sacerdote, originario di Lugagnano, ha tracciato un bilancio di questi dieci anni a Lugagnano, scusandosi per quanto non è riuscito a fare e ringraziando tutti per l’amicizia e la collaborazione. Di questi dieci intensi anni don Roberto parla a lungo nell’intervista che verrà pubblicata sul prossimo Baco.

 

Al termine della celebrazione le tradizionali foto di gruppo, e in chiesa si potevano notare moltissimi occhi ludici, a dimostrazione del fortissimo legame che unisce la comunità di Lugagnano a questo suo pastore. La messa di ingresso a Caselle verrà celebrata domenica 29 settembre alle 16.

 

Sul prossimo numero del Baco, in edicola da sabato prossimo 20 luglio, uno speciale di sette pagine, con molte foto, ricorderà la figura di questo sacerdote tanto amato.