Venerdì l’associazione La Torre organizza una visita alla chiesa parrocchiale di Palazzolo, tra storia ed arte

Quando si intende di fare ordine e mettere le cose a posto in Francia si usa un modo di dire molto popolare che si può tradurre in “Rimettere la chiesa al centro del villaggio”. Questo perché la chiesa, e non parlo solo della struttura architettonica, nell’immaginario e nell’iconografia è al centro della comunità da dove nasce il senso comune a cui tutti sono partecipi.

Bene o male una visita in chiesa la facciamo tutti ma credo che pochi possano dire di conoscere la propria chiesa per davvero. Per conoscerne i dettagli e per dare il giusto risalto ai vari tesori artistici in essa custoditi, l’associazione La Torre di Palazzolo, con Il Baco da Seta in qualità di media partner, organizza per venerdì 5 luglio alle ore 20.30 una visita guidata alla chiesa parrocchiale di Palazzolo, che è dedicata a San Giacomo e Santa Giustina.

Tutte le vicende storiche relative alla chiesa parrocchiale verranno raccontate con la consueta dovizia di particolari da Mariuccia Armani che farà da guida anche alla scoperta delle opere d’arte presenti all’interno come il crocifisso ligneo del 1400, la reliquia di Santa Costanza presente a Palazzolo sin dal 1647 e le numerose tele e quadri esposti che risalgono alcuni al sedicesimo secolo.

Un appuntamento da non mancare quindi per arricchire la propria conoscenza del territorio e per apprezzare ancora di più quello scrigno di oggetti preziosi lasciateci in eredità dai nostri avi.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.