Utilizzo degli impianti sportivi: si allarga la discussione. Ed i lampioni a Sona?

La querelle nata attorno alla fruizione degli impianti sportivi di Lugagnano, con la segnalazione di un lettore di Lugagnano che lamenta un utilizzo a suo giudizio non congruo e la risposta di un dirigente del Volley di Lugagnano che invece ne chiarisce le modalità di accesso, ha dato il via ad una serie di contatti che stanno arrivando in Redazione in queste ore di lettori che segnalano disservizi o situazioni che si verificano presso altri impianti del Comune.

Gli impianti sportivi di Sona

Uno degli interventi arrivati è quello del Sig. Augusto. “La risposta del sig. Paolo Fasoli in merito alla questione dell’illuminazione del campo di beach volley a Lugagnano mi è parsa corretta e appropriata”. 

“Mi chiedo invece – prosegue il lettore – chi paga effettivamente il costo per tutti i lampioni installati nel campo di calcio a Sona (nella foto), accesi quando fa buio, in qualsiasi stagione, indipendentemente dall’utilizzo o meno della struttura. La risposta è ovvia: paghiamo, come sempre, tutti noi. Vale il motto degli alpini: ‘tasi e tira’!”. 

Considerato quanto il tema sia di stretta attualità, sul prossimo numero della nostra rivista in edicola dal 26 di luglio dedicheremo un ampio speciale proprio alla questione degli impianti sportivi, con un’analisi delle tante criticità e alcuni interventi delle associazioni che li usano.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews