“Una targa alla memoria e come monito contro la violenza sulle donne”. Palazzolo dedica a Chiara Ugolini il suo palazzetto

Il pomeriggio di sabato 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la comunità palazzolese si è radunata nel piazzale del palazzetto dello sport per la presentazione della targa che intitola ufficialmente l’edificio alla memoria di Chiara Ugolini, la ragazza ventisettenne uccisa a Calmasino il 5 settembre 2021 dal vicino di casa.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco di Sona Gianfranco Dalla Valentina, la vicesindaco Monia Cimichella e l’assessore allo sport Orietta Vicentini, la quale ha introdotto tutte le istituzioni e le associazioni presenti: il consiglio comunale di Sona, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Sona Sabrina Di Lauro, il parroco di Palazzolo don Angelo Bellesini, il Maestro del corpo bandistico di Sona Fabrizio Olioso, il Presidente della FIPAV Verona Stefano Bianchini.

Presenti anche il sindaco di Fumane Daniele Zivelonghi, i Gruppi Alpini di Palazzolo e di Lugagnano, la Cooperativa Sociale “L’infanzia”, Atletica Lugagnano, SOS Sona e Protezione Civile, il comitato carnevale benefico “Lo Tzigano”, l’associazione “Il Dono” ed il Comitato Genitori di Lugagnano, l’AVIS di Sona e di Lugagnano, la FIDAS di San Giorgio, il Circolo Noi di Palazzolo, la Onlus Lega Italiana Fibrosi Cistica ed i Fanti di San Giorgio e di Lugagnano.

La cerimonia si è aperta con l’intonazione a voce unanime del Canto degli Italiani accompagnato dal clarinetto del Maestro Olioso. La parola è poi passata al sindaco Dalla Valentina che ha ringraziato la giunta uscente, con il sindaco Mazzi e gli assessori Cimichella, Merzi, Catalano e Bianco, che aveva proposto l’intitolazione del palazzetto a nome di Chiara già nel maggio 2023.

Il sindaco Dalla Valentina ha ricordato inoltre che il campo di gioco utilizzato in Arena nella partita inaugurale dell’Eurovolley in agosto è stato, in segno di vicinanza di tutto il mondo sportivo veronese e nazionale, donato e posato all’interno del palazzetto di Palazzolo.

Visibilmente emozionato, Dalla Valentina ha poi ricordato la figura di Giulia Cecchettin, la ragazza simbolo del più recente femminicidio che ha scosso la nazione intera e che ha rammentato quanto sia fondamentale “riacquisire il valore del rispetto, negli anni dimenticato”.

Infine, il Sindaco ha sottolineato come “la targa funga da mezzo per far sì che si conosca la storia di Chiara e la sua passione per lo sport, ma anche per fare in modo che tutti coloro che la leggeranno imparino a combattere il triste fenomeno della violenza sulle donne”. Ha concluso riportando un pensiero dello scrittore Pier Paolo Pasolini in cui si afferma l’importanza del valore della sconfitta come mezzo per ricominciare.

La parola è passata in seguito alla presidente della Polisportiva di Palazzolo Chiara Barbieri che ha ricordato Chiara Ugolini per la sua figura di atleta e di allenatrice; la presidente del Volley Palazzolo Barbara Bonfichi ha voluto ricordare “la sua grande amicizia con Chiara, l’onore che si proverà entrando nel palazzetto e l’impegno delle amiche di Chiara per la creazione del progetto Formazione Chiara, volto alla sensibilizzazione sul tema del contrasto alla violenza di genere nei Comuni e nelle scuole”.

Ha parlato quindi Stefano Bianchini, presidente della FIPAV Verona e colui che ha fatto sì che il campetto venisse donato, ed infine le giovani atlete del Volley Palazzolo, che hanno ricordato i tre anni passati con Chiara come allenatrice, insegnando loro i valori dello sport.

Le lacrime hanno cominciato a segnare i volti di tutti quando i genitori di Chiara, anch’essi presenti, hanno scoperto la targa accompagnati dal Maestro Olioso sulle note di Hallelujah di Leonard Cohen. Un momento molto dolce e sentito, seguito dalla benedizione della targa da parte di Don Angelo, dal posizionamento di una rosa bianca sopra la targa come segno del prendersi cura l’uno degli altri, dal ricordo commosso degli amici più stretti di Chiara e cofondatori del progetto “Contrastare la violenza di genere in ricordo di Chiara Ugolini”.  Ridere dei Pinguini Tattici Nucleari, brano molto amato da Chiara, ha chiuso l’intensa cerimonia e questo pomeriggio dedicato al valore fondante della memoria. 

Le foto del servizio sono di Marco Bonfichi.

Nicola Franchini
Nato nel 2004 e Palazzolese doc, si è diplomato al liceo linguistico Medi di Villafranca nel luglio 2023. Frequenta attualmente il corso di Scienze della Comunicazione all'Università di Verona ed ha iniziato a collaborare con il Baco da Seta nel novembre 2023 come corrispondente per Palazzolo. Cresciuto secondo il culto dell'automobile, negli anni ha collezionato centinaia di modellini e riviste del settore dell'automotive e visto tutti gli episodi del celebre programma britannico "Top Gear". Ascoltatore sin da neonato dell'emittente radiofonica che trasmette "musica di gran classe", nel tempo libero si diletta ad ascoltare (per ore) la musica, suonare (per altrettante ore) la chitarra e nuotare (fin dai tempi dell'asilo).