Una nuova ambulanza per il Sos di Sona

Domenica 22 aprile 2007 è avvenuta l’inaugurazione della nuova ambulanza e di altre dotazioni per la protezione civile, dell’associazione Sos.

 

Una tappa importante per il progetto “Squadra Maxi Emergenze”, l’ambiziosa iniziativa, partita nel 2004, che prevede l’allestimento di un pronto soccorso mobile.

 

Ricordiamo che il Sos non è impegnato solo sul fronte della protezione civile, nel 2006 i 2.350 servizi d’emergenza e trasporto di pazienti hanno costituito oltre il 90% delle attività. Numeri che testimoniano l’importanza dell’associazione composta da: 23 autisti volontari e 3 dipendenti, 68 soccorritori, 10 medici anestesisti rianimatori, 23 infermieri ed infine 5 ragazzi del servizio civile, 143 persone che hanno donato alla comunità più di 65.000 ore.

 

Torniamo a domenica 22 aprile. Alle ore 11 la Santa Messa celebrata nella chiesa di Sona alla presenza di numerose autorità: l’assessore regionale alla Sanità Flavio Tosi, l’assessore provinciale alla protezione civile Lucio Campedelli, la presidente del Centro Servizi Volontariato di Verona Elisabetta Bonagiunti, il Sindaco di Sona e di Castelnuovo e Sommacampagna. Alla cerimonia ha partecipato il direttore d’area Marco Ferrarese, in rappresentanza del Banco Popolare che ha elargito una cospicua donazione a favore del Sos. Dopo la Santa Messa è seguita l’inaugurazione della nuova ambulanza Fox 2, del carrello da traino per la protezione civile, della torre faro e infine il nuovo sito web dell’associazione.

 

Andiamo con ordine e partiamo con la nuova ambulanza, che sostituirà dopo 12 anni d’onorato servizio, la Fox 2. Dotata dei più moderni comfort e dotazioni sanitarie, il nuovo mezzo è destinato al trasporto pazienti, sarà utilizzato anche per l’assistenza sanitaria alle sagre paesane e manifestazioni sportive.

 

L’ambulanza riporta sul fianco una dedica “… in ricordo di Bruno”, una persona speciale, non più tra noi. “Bruno Cinquetti” ha ricordato Alfredo Cottini del direttivo Sos ”17 anni fa disponeva di un seme, da uomo saggio pensò far fruttare questo seme, il suo intuito gli disse che ne valeva la pena. Ebbene, il suo intuito l’aveva guidato bene, era un seme di una grande quercia che oggi si chiama Sos Servizio Operativo Sanitario. Un gruppo di ragazzi desiderosi di far qualcosa di importante per la società”. Il costo del nuovo mezzo, pari a 59.000 Euro, è stato coperto in parte dal contributo di 27.000 Euro del Banco Popolare di Verona, a breve il Sos si augura di terminare la raccolta dei rimanenti 32.000 Euro anche con l’aiuto della comunità.

 

Il nuovo carrello da traino, acquistato con il finanziamento della Provincia di Verona, in collaborazione con il Comune di Sona, è destinato per il trasporto di presidi per l’emergenza sanitaria e della tenda gonfiabile destinata a pronto soccorso mobile.

 

L’azienda Dalla Piazza Isacchini di Lugagnano ha donato la torre faro, utilissima per le emergenze notturne, ed altro materiale elettrico per il pronto soccorso mobile. La Trevisal Cometal ha contribuito all’acquisto di nuove divise per i numerosi volontari dell’associazione, mentre l’azienda Forweb ha realizzato gratuitamente il nuovo sito web. La tenda gonfiabile donata dal Comune di Sona al Sos nel 2004, di recente è stata attrezzata con un termoconvettore per il riscaldamento e raffrescamento, grazie al contributo economico del Centro Servizi Volontariato di Verona.

 

Serve un altro sforzo per ultimare il progetto “Squadra Maxi Emergenze”, il Sos necessita di un fuoristrada per il traino del carrello tenda, un mezzo di certo costoso. Ogni aiuto economico sarà gradito sia da parte del SOS sia da parte della collettività, alla quale l’ambulanza e le nuove dotazioni garantiranno maggiore tempestività e professionalità nel soccorso. Le erogazioni liberali a favore del SOS, essendo organizzazione ONLUS, sono fiscalmente deducibili e rappresentano un atto di sensibilità a favore del volontariato.
Il SOS di Sona ha inoltre aderito alla legge 266/05 con la quale si potrà donare il 5 per mille delle imposte alle iniziative sociali: basta scrivere il codice fiscale dell’Associazione 93087790239 nella casella sulla dichiarazione dei redditi.