Una degustazione organizzata da “I negozi all’ombra del campanile” di Sona per valorizzare l’economia del territorio

Summertime and the livin′ is easy”. (“È estate e vivere è semplice”). Forse le parole del musicista George Gershwin, cantate dalle bellissime voci di Louis Armstrong ed Ella Fitzgerald, e le trascinanti melodie jazz possono rappresentare uno spunto per raccontare la piacevolissima serata organizzata dall’associazione di Sona I negozi all’ombra del campanile alla sera del solstizio d’estate presso lo straordinario contesto dell’azienda vitivinicola Zamuner di Sona.

In un clima conviviale, di spensieratezza e di freschezza di spirito la serata consisteva in una degustazione enogastronomica rivolta a quei clienti che hanno utilizzato gli sconti della tessera con i timbri dei negozianti dell’associazione di Sona.

Lo scopo di questa iniziativa hanno spiegato i membri dell’associazione – è quello di educare i nostri concittadini a vivere la piazza e valorizzare quel commercio a chilometro zero in grado di creare un circolo virtuoso nel nostro territorio”.

Ciò che vogliamo trasmettereha aggiunto Antonio Massagrande, proprietario dell’omonima macelleria e presidente dell’Associazione – è la nostra voglia di farci forza a livello umano e professionale, rispondendo ai bisogni della cittadinanza non solo a livello commerciale, ma anche personale. Per il bene della comunità”.

All’evento sono stati premiati anche i fedelissimi clienti Alessandra Anselmi e Francesco Finesso, i primi ad aver completato la scheda degli sconti.

La serata è stata accompagnata dalle gustosissime pietanze preparate dai negozi La botega dal 1927 e Macelleria Massagrande e dagli eccezionali vini della cantina Zamuner, un gioiello culturale ed enologico del nostro territorio.

È possibile richiedere la tessera degli sconti presso i negozi aderenti all’associazione, tra cui, oltre i già precedentemente citati, Pizzeria da Beghini, el Bareto, Monica FashionStyle, El Giornal, Dietro L’angolo, El Bagolo Ristorantino.

Articolo precedente“La manutenzione dei sensi” di Franco Faggiani. Quando la natura è un balsamo per le ferite
Articolo successivoIl 9 luglio a Lugagnano screening gratuito della vista grazie a Ottica Lucido e farmacia Pumo
Nato nel 1994 e residente a Lugagnano, scrive per il Baco dal 2013. Con l'impronta del liceo classico e due lauree in economia, ora lavora con numeri e bilanci presso una società di revisione. Nel (poco) tempo libero segue con passione la politica e la finanza e non manca al suo inderogabile appuntamento con i nuovi film al cinema (almeno) due volte a settimana. E' giornalista pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti del Veneto.