“Una buona novella” sabato nella chiesa di San Quirico a Sona con il coro “Il mio paese”

Possiamo dire che sia particolarmente raro poter ascoltare nello stesso concerto corali di Bach e canzoni di Fabrizio De André, ma questo è quanto accadrà sabato 1 giugno alle ore 21 a Sona presso la chiesa dedicata a S. Quirico e Giulitta (nella foto di Mario Pachera).

Una iniziativa nata da un’idea dei maestri del coro “Il mio paese” di Sona, Fabrizio Olioso ed Andrea Favari, e che l’associazione Pro Loco Sona ha colto come opportunità per favorire l’organizzazione e la promozione di una idea così originale.

L’idea, associata al titolo scelto per la serata “Una buona novella”, intende riconoscere il valore del “cantare il sacro” in tutte le sue forme: Dai famosi corali di Bach, composti nell’epoca della riforma protestante di Martin Lutero, alle canzoni di Fabrizio De Andrè i cui testi sono stati ispirati da alcuni vangeli apocrifi.

Una serata che consentirà quindi anche di conoscere meglio la genesi di queste composizioni e di ascoltare il coro “Il mio paese” accompagnato da una base strumentale suonata dal vivo. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Sona e l’ingresso è libero.

Enrico Olioso
Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.