Ascolta questo articolo

Il Comune di Sona, con deliberazione della Giunta comunale n. 54 del 10 maggio 2006, aveva adottato il P.E.B.A., ovvero il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, secondo i dettami impartiti dalla normativa vigente in materia.

 

Il P.E.B.A. ha come obiettivo l’eliminazione delle barriere architettoniche ancora esistenti sia all’interno degli edifici pubblici sia lungo i percorsi urbani. Per barriere architettoniche si intendono gli ostacoli fisici che creano disagio per la mobilità, in particolare di chi, per una qualsiasi causa, ha una capacità motoria ridotta o impedita, in forma permanente o temporanea, che limitano o impediscono la comoda e sicura utilizzazione di spazi, attrezzature o componenti.

 

Si intendono come barriere anche la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettano l’orientamento e il riconoscimento dei pericoli, in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi.

 

Il Piano in oggetto può oggi essere visionato dal 1 settembre al 30 settembre 2008 da chiunque ne abbia interesse presso gli uffici del Settore Lavori Pubblici – 2° piano della Sede municipale – nei seguenti orari di apertura al pubblico: lunedì e martedì dalle 10.00 alle 12.30, giovedì dalle 16.00 alle 18.00.

 

Articolo precedenteArea per le minoranze cercasi
Articolo successivoIl baco da seta a Sommacampagna
Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.