Un nuovo ufficio mobile per la polizia locale di Sona, per controlli e rilievi più efficienti

Martedì 20 febbraio in piazza della Vittoria a Sona, proprio di fronte al Municipio, è stato inaugurato il nuovo ufficio mobile della polizia locale.

Questo Renault traffic si aggiunge alle altre tre autovetture già a disposizione del comando di polizia. Si tratta di un veicolo a cinque posti che, all’interno, è strutturato come un vero e proprio ufficio, dotato di computer, stampante e archivio per i documenti.

“Il veicolospiega Tatiana Giolo della Ditta Ciabilli, l’azienda che ha progettato il veicolo -: offre sia il massimo comfort che un’elevata tecnologia, inoltre garantisce la sicurezza sia del conducente che dei passeggeri.”

Presente all’inaugurazione anche il Comandante della polizia locale Mori, che sottolinea l’efficacia e l’utilità del mezzo. “Consentirà ai nostri agenti un utilizzo alquanto versatile – ha spiegato il Comandante -: permettendo di spostarci agevolmente e velocemente in ogni punto del territorio, avendo a disposizione già sul mezzo tutti gli strumenti necessari per effettuare controlli e rilievi con maggiore efficienza.”

Come ha spiegato il Vicesindaco Simone Caltagirone, l’ordine del mezzo è stato fatto diversi mesi fa, ed infatti l’ufficio mobile avrebbe dovuto essere in funzione nel nostro Comune già da settembre. “Il costo del mezzo è stato completamente finanziato grazie agli introiti derivanti dalle multe stradali ha indicato Caltagirone – Il nostro scopo è, quindi, sempre quello di creare un circolo di risorse virtuoso per la comunità”.

Le foto sono dello Studio Mario Pachera.

.

Gianmaria Busatta
Nato nel 1994 e originario di Lugagnano, scrive per il Baco dal 2013. Con l'impronta del liceo classico e due lauree in economia, ora lavora con numeri e bilanci presso una società di servizi. Nel (poco) tempo libero segue con passione la politica e la finanza e non manca al suo inderogabile appuntamento con i nuovi film al cinema (almeno) due volte a settimana. E' giornalista pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti del Veneto.