Un Grest “da campioni” per trecento a Lugagnano, nel segno del sano divertimento

Vivere da campione.

Ecco il messaggio che quest’anno il curato di Lugagnano don Michele Zampieri e gli animatori hanno deciso di trasmettere ai bambini e ragazzi che stanno partecipando del Grest parrocchiale. Il tema infatti è lo Sport, attraverso le esperienze, i giochi e tutto ciò che i bambini vivranno al Grest, l’insegnamento che si vuole lasciare è quello di collaborare e vivere onestamente, naturalmente anche fuori dal campo da gioco.

Le attività sono iniziate lunedì 19 giugno e si concluderanno venerdì 14 luglio con la tradizionale serata finale. Ogni mattina le porta si aprono alle 8.30 con la messa aperta a tutti, seguita poi dai giochi e dagli ormai noti laboratori. Dopo essere tornati a casa per la pausa pranzo, ci si ritrova tutti al centro parrocchiale, dove, tra giochi d’acqua, gare di cucina e attività varie si conclude la giornata divertendosi e scherzando.

Tutto procede in modo abbastanza simile agli altri anni, ad eccezione della gita settimanale che quest’anno non si terrà sempre e solo al parco acquatico Riovalli ma si alternerà anche alle Terme di Giunone (Caldiero), che i responsabili hanno riproposto perché molto apprezzate l’anno scorso in un’uscita di “prova”. Anche per questo Grest i numeri dei partecipati si sono mantenuti alti con oltre 300 iscritti, più di un centinaio di animatori, una cinquantina di collaboratori e ben 5 responsabili.

Insomma, quello che si è rivelato essere l’ultimo Grest a Lugagnano di Don Michele, che a settembre lascerà Lugagnano per il suo nuovo incarico a Arezzo, riconferma il successo avuto l’anno scorso con il Grest di Inside Out.