“Un amore nato al rombo del cannone”, l’ex Sindaco di Sona Salvetti racconta in un libro la storia dei suoi nonni

Ha visto recentemente le stampe sul nostro territorio un volume dal titolo intrigante: “Un amore nato al rombo del cannone”. Scritto da Renato Salvetti, amministratore di lungo corso e Sindaco a Sona dal 1975 al 1980 – oltre che storico del Baco – con la collaborazione dei suoi fratelli e di una cugina, il libro ripercorre le vicende, in verità veramente rocambolesche, della famiglia materna di Salvetti, creatasi nella tempesta di due guerre mondiali.

Nel 1913 Orlandi Gentile e Pederzolli Assunta, il primo abitante a Dolcè, allora Regno d’Italia, e la seconda a Riva, allora Impero Austro Ungarico, entrambi ventenni, si conobbero per lavoro in un ristorante di Arco ed intrapresero una relazione d’amore.

La copertina del libro scritto da Renato Salvetti, con i suoi fratelli e cugini.

La Prima Guerra Mondiale portò Gentile, Alpino del 6° Reggimento, a combattere sulle montagne del trentino, sull’Isonzo e sul Piave mentre Assunta, con la famiglia ed una bimba di pochi mesi, fu sfollata in Boemia. Non si videro più fino al 1918.

Finita la guerra andarono a vivere a Dolcè, anche per molti mesi all’anno Gentile, essendo di professione chef stagionale in vari ristoranti della Regione, tra Venezia e Cortina, doveva assentarsi rimanendo in solo contatto epistolare con la famiglia. Solamente nel 1926 ottenne un incarico permanente a Fasano del Garda, riuscendo a trasferire anche la famiglia.

Allo scoppio del Secondo Conflitto Mondiale Fasano, con Salò, divenne, oltre che sede della Repubblica di Mussolini, anche area protetta delle Ambasciate che avevano riconosciuto la neo costituita Repubblica.

A Rovereto, che iniziò ad essere bombardata ripetutamente, soprattutto dopo la firma dell’armistizio badogliano dell’8 settembre 1943, abitava la figlia Giuseppina con famiglia. Con una rocambolesca fuga lungo la gardesana orientale ed un lasciapassare, ottenuto tramite nonno, Giuseppina e figli – tra i quali l’ex Sindaco di Sona Renato Salvetti – raggiunsero Fasano e lì restarono, senza pericoli, fino al termine del conflitto.

Il volume dedica spazi alla vita da sfollata in Boemia della nonna Pederzolli, alle vicende di guerra dell’alpino Orlandi Gentile, e quelle lavorative in veste di chef e alla dura vita nei rifugi durante la guerra a Rovereto. Un capitolo è dedicato anche ai molti ricordi personali dei nipoti.

E’ una bella storia, che sembra romanzata per la complessità delle vicende che descrive che si innervano profondamente con la Storia d’Italia in quegli anni tragici.

Anche Lugagnano diventa in qualche maniera protagonista di questo libro in quanto vi è raccontato un episodio incredibile che prende origine proprio dalla frazione.

In occasione dell’Anno Santo 1950 Gentile Orlandi si recò in pellegrinaggio a Roma con i suoi coparrocchiani di Dolcè. La Curia vescovile di Verona, organizzatrice di quel viaggio, aggregò al gruppo originario anche un nutrito gruppo di pellegrini della parrocchia di Lugagnano.

Molti anni dopo l’ex Sindaco Renato Salvetti e la moglie Luisella Mazzi scoprirono, con meraviglia, che nella fotografia ricordo di quel pellegrinaggio (pubblicata nel libro), rimasta per tanto tempo in qualche cassetto, era presente, a pochi metri dal bisnonno Gentile, anche il nonno di Luisella di Lugagnano Gaetano Oreste Mazzi. Gentile e Oreste, che mai si conobbero e che posarono in quello scatto completamente ignari uno dell’altro, furono i due capostipiti delle famiglie da cui appunto nacquero nel 1940 Renato e Luisella.

Lugagnano ha fatto da cornice anche al matrimonio del fratello di Renato, Franco, che è stato con la moglie Teresa Vantini fra i fondatori del Gruppo Scout della frazione.

Quello scritto dall’ex Sindaco Salvetti è un racconto che ripercorre un difficile periodo storico per il nostro Paese e per la vita di molti nostri concittadini, attraverso le toccanti vicende personali di una famiglia che con i suoi ricordi riesce a tramandare la forza degli affetti veri.

Il libro è scaricabile gratuitamente cliccando sul pulsante qui sotto.