Trentacinque anni di Corale a Caselle: Anniversario importante per la “Don Pietro Gottardi”

Ascolta questo articolo

Sarà il primo giorno di dicembre a salutare i 35 anni di vita della Corale Parrocchiale “Don Pietro Gottardi” di Caselle di Sommacampagna. Un anniversario importante che diventa l’occasione per ricordare la strada percorsa rinnovando la volontà a proseguire.

E’ questo lo spirito con cui la Corale celebrerà il suo Anniversario di fondazione sabato 1 dicembre, alle 20.30, nella chiesa parrocchiale della frazione, luogo che ha visto la sua nascita sotto la guida del curato di allora don Orfeo Massalongo.

“35 anni passati in un soffio – spiega il maestro del coro, Stefano Adami – In questi anni i coro ha acquistato sempre più vigore giungendo, mantenendo prevalentemente fede al suo servizio liturgico. Io dirigo la corale fin dal 1989 (già organista fin dalle origini) e con l’accompagnamento musicale affidato ad Alberto Dalla Piazza. Con questa formazione si è giunti fino ai nostri giorni, non rimanendo tuttavia immobili, ma avventurandosi in esperienze e percorsi nuovi e gratificanti, sia nei confronti di più moderne espressioni musicali sia aprendosi ad incontri e condivisioni di amichevoli esperienze con altre formazioni canore, sia in Italia che all’estero. Oggi la Corale si presenta alla comunità di Caselle rinnovata nella composizione e nello stile, memore e fedele alle proprie origini, ma orientata verso progetti ed impegni nuovi ed ambiziosi, valutati come necessari per mantenere vivo e vivace, motivato ed appassionato un gruppo di amici che hanno individuato nel canto corale il collante culturale più idoneo a favorire sentimenti positivi di apertura, di amicizia, di condivisione di solidarietà”.

L’appuntamento è dunque per sabato 1 dicembre, insieme al coro ospite “Stella Alpina” diretto dal m.o Maurizio Righes, al quartetto d’archi “Suavis” di Verona e a Paolo Verzini alla tromba.

La serata poi proseguirà in allegria presso la sala polivalente del Centro Sociale di Caselle, con un semplice rinfresco e l’animazione danzante della scuola di ballo latino-americano di Caselle “Suegno Latino”.