Torna la sagra di Palazzolo: da venerdì 9 per cinque giorni musica, mostre, buon cibo e divertimento

Il consueto appuntamento con la sagra di Palazzolo dedicata a San Luigi e Santa Costanza ritorna puntuale anche quest’anno con il suo format originale spalmato su cinque giornate di festa che, a partire da venerdì 9 settembre, vedranno riproposti quei momenti di aggregazione sociale ma anche di tradizione religiosa che sono alla base dei valori che legano la comunità.

Valori che, nelle intenzioni degli organizzatori, vanno rafforzati e trasmessi a chi sul territorio è appena arrivato, a chi dopo averlo lasciato per necessità abitativa o lavorativa sente il richiamo delle radici ed in generale alle nuove generazioni che mai come al giorno d’oggi hanno bisogno di punti di riferimento.

Nell’ampia location del campo sportivo parrocchiale ogni sera funzioneranno, a partire da venerdì 9 settembre, gli stand gastronomici, la pesca di beneficenza ed i giochi vari.

Nel programma era previsto per la serata inaugurale l’appuntamento con la commedia teatrale “L’Uselin della Comare” ma purtroppo è stata rinviata a data da destinarsi. Gli spettacoli di intrattenimento inizieranno quindi sabato 10 alle 20.30 con la musica dell’orchestra Selena Valle, con una protagonista, la cantante solista originaria di Palazzolo che dà il nome al gruppo, che sa regalare sempre emozioni intense.

In programma domenica 11 settembre un’altra serata musicale con l’orchestra Pino Gerace mentre lunedì 12 vi sarà un’esibizione di balli con musica country grazie alla collaborazione delle scuole di ballo C.D.C. Verona, All For One e Country Star di Mantova.

La serata conclusiva di martedì 13 sarà dedicata a partire dalle ore 22 alla tombola gigante con in palio ricchi e numerosi premi in attesa del tradizionale spettacolo pirotecnico che alle 23.30 come ogni anno chiuderà la manifestazione con la Torre Scaligera a fare da sfondo alla magia di mille colori.

Anche la rinnovata piazza Vittorio Veneto sarà parte integrante nello svolgimento delle attività; oltre al divertimento per i più giovani con le giostre del luna park, vi saranno i banchetti delle associazioni, un’esposizione di quadri e, nel pomeriggio di domenica, è prevista l’animazione per bambini con giochi e laboratorio di falegnameria con materiale di recupero a cura del Ludobus.

A partire da sabato 10, a cura dell’associazione La Torre avrà inoltre luogo nei locali dell’ex banca di piazza Vittorio Veneto un’interessantissima mostra fotografica denominata ‘Garda Lake Art Rock’ in cui verranno esposte delle micro-fotografie scattate a sottili fogli di rocce del Lago di Garda. L’esperienza scientifica, grazie all’osservazione al microscopio, mostra nei ciottoli apparentemente insignificanti che si raccolgono sulle sponde del lago e sulle colline moreniche, nuovi significati e valori, rivelando colori, forme e antichi esseri viventi invisibili ad occhio nudo. Un’inedita espressione d’arte che catturerà sicuramente l’attenzione del visitatore nell’intento di stimolare la sua sensibilità e l’apprezzamento per quello che, inconsapevolmente, abbiamo sotto i piedi.

All’inaugurazione della mostra, sabato 10 settembre alle 20.30 oltre all’amministrazione comunale, sarà presente il professor Nereo Preto dell’università di Padova, esperto di stratigrafia e petrologia, una delle figure ideatrici di questa iniziativa che già ha avuto successo di pubblico e di critica nell’esibizione presso il castello di Malcesine.

Non resta quindi che confidare nel bel tempo per poter apprezzare pienamente dei numerosi momenti di vita sociale, per approfondire la variegate proposte culturali e perché no, per apprezzare la squisita offerta gastronomica che anche quest’anno i volontari dell’organizzazione hanno preparato per il loro affezionato pubblico.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.