Tempesta di grandine: Nella zona del Custoza Doc persa fino all’80% della produzione

Dopo la terribile tempesta di vento e grandine che nella notte tra il 24 ed il 25 luglio ha investito in pieno il nostro territorio, sono state centinaia le segnalazioni di danni fatte arrivare a Confagricoltura Verona dagli imprenditori agricoli danneggiati.

Confagricoltura si è subito attivata per presentare denunce di sinistro alle compagnie di assicurazione e per inviare ad Avepa, l’agenzia regionale per i pagamenti, le richieste di risarcimento per i danni ai fabbricati e alle strutture agricole.

Le perdite più importanti si segnalano soprattutto nell’area di produzione del Custoza doc: da Sommacampagna a Sona, da Custoza a Valeggio, da Peschiera a Villafranca, da Castelnuovo a Pastrengo non si registrano vigneti che siano rimasti indenni dalla tempesta, con grappoli flagellati, filari di viti ed impianti abbattuti e perdite gravi che vanno dal 10% fino addirittura all’80%.

“Siamo fuori con i tecnici a compiere le verifiche e solo tra qualche giorno avremo il polso sulla situazione – spiega Roberta Bricolo, presidente del Consorzio di tutela vino Custoza Doc -. Sicuramente quello che stiamo vedendo è un disastro. Ci sono alberi crollati sui vigneti e, quindi, la difficoltà in questo momento è anche quella di entrare nei terreni, tagliando i fusti e facendo pulizia, per poi procedere alle verifiche. I danni riguardano tutti i nove Comuni della denominazione, anche se a macchia di leopardo”.

“Nelle zone dove sono caduti blocchi di ghiaccio grandi come palle da tennis – prosegue Bricolo – la situazione è compromessa: il grappolo è perduto e la vigna non si riprende più. Due tempeste nel giro di poche ore, una a mezzanotte e l’altra alle cinque del mattino, sono cose che travalicano pure il sapere contadino, perché non sai più che cosa aspettarti. Preoccupano la frequenza e la violenza di questi temporali. Questa tegola non ci voleva: ci sentiamo sempre più inermi, la sensazione di impotenza è frustrante”.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews