TAV a Sona: pubblicata l’analisi costi-benefici. “L’opera va fatto, più costoso fermarla che realizzarla”

Come si usa dire, tanto tuonò che alla fine piovve. Dopo una lunga attesa, il Ministero dei Trasporti ha pubblicato la preannunciata analisi costi-benefici, con relativa valutazione giuridica, per la realizzazione della TAV sulla tratta Brescia-Verona-Padova. Quella che passerà sul territorio del Comune di Sona.

In soldoni, l’esito dell’analisi è stato di stabilire che, considerato quanto già fatto e quanto già contrattualizzato, fermare l’opera costa troppo. Sono infatti proprio in questa linea anche le dichiarazioni del Ministro del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli (nella foto). L’analisi prevede che nella realizzazione dell’opera vengano considerate le circa 300 osservazioni poste dall’Osservatorio ambientale.

La tratta Brescia-Verona, che attraversa il nostro territorio a San Giorgio in Salici, Sona e Lugagnano, ha un costo di 3,5 miliardi di euro, per complessivamente 45 chilometri di binari.

Proseguono nel frattempo sul territorio le operazioni preliminari alla realizzazione della linea ad alta velocità.

Cepav Due, il general contractor dell’opera, ha già da tempo iniziato le operazioni di esproprio dei terreni soggetti al passaggio dell’infrastruttura, o oggetto di occupazione temporanea per la realizzazione dei cantieri di servizio all’intervento. Il General Contractor aveva chiuso lo scorso novembre un accordo con le principali associazioni di categoria per la definizione del valore dei terreni agricoli.

Di riflesso è iniziata l’attività per l’acquisizione, come si diceva, dei fondi interessati. Per quello che riguarda gli espropri, un importante numero di proprietari di fondi del nostro Comune hanno già raggiunto un accordo. È stata versata una quota dell’80% del valore pattuito e, di fatto, si è concretizzata l’acquisizione dell’area. Il restante 20% verrà erogato una volta ultimato l’esproprio ed il passaggio di proprietà.

Sul territorio sonese il primo intervento che vedrà il via, sarà per la realizzazione della galleria di San Giorgio in Salici e vedrà interessate le zone delle Borghe-Calvisana e della Corte di Sotto.

Ora sembra che si faccia veramente sul serio.

Nella sezione speciale del nostro sito dedicata proprio alla realizzazione della TAV a Sona è possibile restare sempre informati su ogni novità che interessa direttamente il nostro territorio.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts