Tante piccole casette in mostra alla scuola materna di Palazzolo, realizzate dai bambini durante il lockdown

La challenge lanciata in primavera dalla Scuola dell’Infanzia di Palazzolo durante il lockdown ha finalmente preso vita: #iorestoacasaadisegnare è oggi diventata una piccola mostra, che l’Istituto ha allestito all’esterno della struttura vicino all’ingresso, in modo che possa essere visibile dalla strada per chiunque voglia ammirare la vivacità delle piccole casette che sono esposte, fatte a mano dai bambini.

Lo scorso aprile, infatti, mentre tutti gli studenti di Sona, compresi i più piccoli, non potevano andare a scuola, le maestre dell’Istituto Cav. Girelli avevano lanciato l’idea ai loro bimbi e a quelli di tutto il Comune di ricreare con le loro mani il luogo in cui, in quel periodo, si trovavano a trascorrere tutto il loro tempo: la propria casa.

Lo scopo della challenge consisteva nel costruire una piccola casetta con materiali di recupero, valorizzando le mura domestiche attraverso forme, colori e fantasia. Cartone, sassi, bottiglie e rametti sono i “mattoni” delle piccole abitazioni che in questi giorni si possono ammirare dall’esterno della scuola, costruite da tutte le famiglie che hanno aderito alla proposta.

L’esposizione dei lavori, che inizialmente avrebbe dovuto essere fatta in biblioteca e che non si è potuta realizzare per impedimenti causa Covid, sarà visibile ancora per qualche giorno: ogni casetta riporta il nome del bambino che l’ha creata, comprese quelle degli ex alunni, che quest’anno frequentano la prima elementare. “Grazie anche all’aiuto delle mamme, abbiamo mantenuto la promessa fatta ai bimbi alla fine dello scorso anno. Siamo riusciti a mettere in mostra le loro opere, a cui loro attribuiscono un grande valore” afferma Laura, maestra della scuola.

Al posto della mostra dall’hashtag #ioreastoacasaadisegnare verrà poi allestito il presepe, in occasione del Natale. Anche in questo caso, tutte le componenti saranno fatte con materiale di recupero.

Ma ciò che lo renderà speciale sarà sempre il tocco artistico dei bambini, ai quali è stato affidato il compito di creare ognuno la propria “statuina”. “Il presepe, – continua Laura – verrà poi portato in parrocchia a Palazzolo, dove Don Angelo lo esporrà in modo che tutti possano vederlo. I lavoretti dei bambini vogliono essere un’occasione per ravvivare il Natale. Un Natale che quest’anno sarà un po’ particolare… e per questo vogliamo celebrarlo attraverso la creatività dei nostri piccoli artisti”.