Tamponi rapidi al Palapesca di Caselle per sei pomeriggi. Mazzi: “E in futuro potrebbe diventare punto vaccini”

Il palapesca di via Cesarina a Caselle diventa “punto tamponi” per sei pomeriggi.

Il primo in calendario è stato il 29 dicembre. Seguono i pomeriggi di oggi, e del 5, 9, 12, 15 e 19 gennaio.

Dalle 15 alle 19, Fast Lab eseguirà tamponi naso-faringei rapidi al costo di 26 euro. Lo spazio di via Cesarina è stato messo a disposizione da Acque Vive, la società che gestisce il mercato ortofrutticolo, partecipata al cinquanta per cento ciascuno dai Comuni di Sona e Sommacampagna.

Per le prenotazioni è possibile chiamare o inviare un messaggio whatsapp al numero 3926712279, oppure chiamare il numero 0459617940.

Spiega il sindaco di Sona Gianluigi Mazzi: “Acque Vive ha accettato la richiesta arrivata da parte della società Fast Lab di mettere a disposizione il pelapesca per l’iniziativa dei tamponi. I Comuni di Sona e Sommacampagna hanno dato il patrocinio”.

E poi rivela un’informazione importante su quello che potrebbe forse essere il futuro di questo spazio: “L’Ulss ci ha chiesto la possibilità di farlo diventare più avanti un punto vaccini. Si parla di quando entreremo nell’ultima fase della vaccinazione, che coinvolgerà tutta la comunità. È già stato fatto un sopralluogo e noi abbiamo dato la disponibilità, poi sarà l’Ulss a decidere se proseguire o meno con questa ipotesi”.

Articolo precedenteServizio Civile Universale: Ecco come partecipare al progetto (e soprattutto perché partecipare)
Articolo successivoMaicon giovedì atterra a Malpensa, per poi raggiungere il Sona Calcio. Il sogno diventa realtà
Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco.