Super Sagra a San Giorgio

Il tempo ha baciato i giorni di metà settembre e la gente non solo del paese ha partecipato in modo incredibile a queste giornate di festa. Soddisfatti gli organizzatori che hanno visti premiati i loro sforzi.

 

Venerdì 14 gli Allegro Vivo Bis hanno aperto la sagra con il primo loro impegno di questo intenso fine settimana (domenica 16 alla Magnalonga di Lugagnano e poi il lunedì ancora a San Giorgio assieme al Corpo Bandistico di Sona).

 

Nella sera di venerdì tutti i collaboratori della parrocchia hanno cenato assieme, un modo per rinsaldare le amicizie e confrontare le varie esperienze anche se Don Giuseppe, parroco di San Giorgio, non ha potuto esser presente causa un lungo ricovero in ospedale a Peschiera.

 

Il sabato e la domenica sono stati giorni durissimi per tutti gli organizzatori, le cucine non riuscivano quasi a tenere il ritmo davanti all’impressionante (per San Giorgio) massa di persone che accorrevano alla sagra.

 

Al mattino della domenica la tradizionale processione per le vie del paese con la statua della Madonna. Poi il corteo di auto e moto storiche ha concluso il motoraduno con il pranzo. Nel pomeriggio un partecipato spettacolo di Clown ha divertito tutti i bambini.

 

Alla sera poi tutti in pista a ballare accompagnati dalle musiche di Rino e i Rosso Rubino. Il Lunedì la sagra ha chiuso i battenti con il concerto sul sagrato della chiesa del Corpo Bandistico di Sona assieme ai già citati Allegro Vivo Bis: abbiamo ascoltato con gusto alcuni medley di Queen, Nomadi, Deep Purple, De Andrè.

 

In questi quattro giorni le cucine hanno sfornato un numero impressionate di piatti. Aprezzatissimi i bogoni con la polenta (ne sono stati cucinati ben 130 kg.) ed i bolliti con la pearà.

 

Sul prossimo numero del Baco da Seta in uscita ad ottobre sarà presente una galleria di immagini della Sagra.

 

Articolo precedenteIl Baco al Bernabeu
Articolo successivoIl Baco a New York
Giulio Braggio
Abita a San Giorgio dalla nascita (14 marzo 1960). Sposato con Paola, è attivo da sempre nel mondo del volontariato. Ha fatto anche un’esperienza politica a livello locale come Consigliere comunale dal 1990 al 1998. Da una decina d’anni lavora nel sindacato Cisl. E’ appassionato di fotografia, informatica, automobilismo e amante dei cani. Collabora con il Baco da Seta dal 2002.