Sul Baco un’inchiesta sulla ludopatia a Sona: più di venti le famiglie rovinate dal gioco

Sul prossimo numero del Baco, che trovate in edicola e nei punti di distribuzione da sabato 6 maggio, è presente anche un’inchiesta firmata dalla nostra Giorgia Adami sul problema della ludopatia nel nostro Comune.

Per anticipare solo qualche dato, basta dire che Sona è al terzo posto nel veronese, dopo la città e dopo Legnago, per vendite di “Gratta e Vinci”, che proprio in “Gratta e Vinci” a Sona sono stati spesi più di 4 milioni di euro (complice anche la presenza de La Grande Mela, dove vi è grande passaggio di persone).

Dato ancora più preoccupante è che tra il 2004 e il 2016 sono state venti le famiglie residenti a Sona rovinate dal gioco. “E si pensa che in realtà rappresentino solo il dieci per cento del problema”, spiega al Baco l’Assessore al Sociale Simone Caltagirone nell’inchiesta che pubblichiamo.

Una questione grave, da approfondire sul Baco e su cui riflettere.