Spaccio di hashish a Lugagnano

Negli ultimi giorni dello scorso giugno i Carabinieri di Villafranca hanno chiuso un’indagine per spaccio di stupefacenti partita a marzo. Da tempo seguivano a Lugagnano dei movimenti sospetti di giovani e una sera hanno fermato un marocchino trovandogli addosso una dose di hashish.

Dal suo racconto si è risaliti al giovane venditore di Lugagnano, e da un’ispezione nella casa dove abita l’hanno trovato – assieme ad altri due giovanissimi – con mezzo chilo di hashish, il bilancino per pesare la droga, un coltello per tagliare i panetti e un paio di alambicchi.

Un laboratorio per la preparazione delle dosi. I carabinieri hanno ottenuto la collaborazione dei giovani – tutti incensurati – e tramite loro sono potuti arrivare al fornitore della droga, un diciannovenne di Mantova, che è stato arrestato. I due veronesi (la terza, una ragazza, non è stata ritenuta coinvolta) invece sono a piede libero.

Sarà il magistrato, una volta esaminati gli atti trasmessi dai carabinieri, a processo, a decidere le loro sorti. Nella foto la conferenza stampa dei Carabinieri.