SOS di Sona: un 25esimo… tutto da bere!

C’è crisi, si fa fatica a reperire risorse economiche, i patti di stabilità blindano le casse dei Comuni, non ci sono soldi per fare investimenti e nemmeno per mantenere un sano welfare nelle nostre comunità.

In questo scenario di difficoltà diffuse, il mondo delle Associazioni si trova a doversi inventare iniziative e stratagemmi per far quadrare i propri bilanci e per dare fiato ed energia alle tante attività sociali che ne caratterizzano l’operato.

La fantasia, nel grande mondo del Volontariato, non manca e nelle difficoltà l’ingegno si aguzza. A volte basta ripercorrere strade già conosciute o percorse, aggiungendo qualche variante o qualche scintilla di novità. Alla fine, probabilmente, si inventa poco o niente!

L’iniziativa messa in pista da S.O.S. non è forse unica nel suo genere. Ci piace considerarla tale perché ha delle caratteristiche particolari.

Nasce dalla volontà di S.O.S. di festeggiare il proprio 25esimo anno di vita, una ricorrenza speciale e ricca di significato. I volontari del SOS hanno pensato ad un connubio, un po’ fuori dalle righe, che unisse il mondo profit con il mondo  non-profit in una sorta di “gemellaggio” e che potesse riservare ad entrambe le parti soddisfazioni e risultati. Non era intenzione quindi “tirare la giacchetta a qualcuno” in cerca di sostegno economico , passateci il termine,” facile”. Si è cercata un opportunità in cui mettersi in gioco in prima persona,  dove io Associazione do qualcosa a te imprenditore e tu imprenditore dai qualcosa a me Associazione. In un equo scambio da cui entrambi traiamo giovamento.

L’occasione si è presentata durante una serata conviviale presso l’Azienda Agricola Venciu della famiglia Venturelli.  Federico è un socio SOS di lunga data. Riflettendo tra una fetta di salame e un pezzo di formaggio, sorseggiando del buon vino, si è discusso a lungo di quanto mondo imprenditoriale e mondo associativo siano così vicini tra loro.

In entrambe le realtà  operano persone che hanno qualità, capacità, competenze  e peculiarità. Unisce queste persone un forte senso di appartenenza e di responsabilità verso di esse, impegno, passione, tenacia, cuore oltre l’ostacolo sono caratteristiche che portano entrambe a raggiungere risultati ed obiettivi importanti. Il sentirsi parte di una comunità e di un territorio è una spinta istintiva, primordiale e distintiva.

Da queste considerazioni, apparentemente semplici ma profonde, è nata l’idea di un connubio che, attraverso questi valori condivisi, potesse dare lustro, freschezza e sostegno  ai 25 anni di S.O.S. e, nello stesso tempo, desse l’opportunità all’Azienda Agricola Venciu di promuovere il frutto del suo lavoro.

Di quale frutto stiamo parlando? Terra di Custoza, confini con il Lago di Garda, colline moreniche di Sona: Cosa se non il vino?

Da qui quindi l’idea di un progetto di Raccolta Fondi denominato “Un 25esimo tutto da bere” attraverso il quale S.O.S. offre le bottiglie di vino dell’Azienda Venciu, per l’acquisto delle quali viene richiesta una offerta libera.

Parte del ricavato va al produttore e parte va al S.O.S., che realizza così un ricavo da destinare all’attività caratteristica dell’Associazione. Per l’azienda Venciu l’operazione rappresenta anche un opportunità commerciale per far conoscere la qualità dei suoi prodotti ad un ampio numero (si spera) di potenziali nuovi clienti. Un operazione di fundrainsing e di co-marketing in piena regola, ricca di appeal e di gusto!

Per celebrare questo “matrimonio”, S.O.S. e Venciu assieme hanno realizzato un bellissimo video (qui sotto) che presenta le due realtà e il progetto nelle sue prerogative. Un ottimo strumento per spiegare, con l’efficacia delle immagini e dei suoni, quando sin qui raccontato. In questo video si è voluto raccontare quanta passione c’è in entrambe le realtà e quanto, la passione di nuovo, sia l’humus e il collante che da vita a grandi iniziative. Partner del progetto la DBVIDEO (www.dbvideo.it) .

Il tipo di bottiglie offerte sono di uvaggi autoctoni delle nostre zone: Custoza, Garganega e Bardolino.

Per la singola bottiglia (indipendentemente dal tipo) viene richiesta una offerta minima di 6€, per il cartone (6 bottiglie)  l’offerta minima è di 30€. E’ possibile anche avere cartoni misti. Come fare per ordinare il prodotto? Semplice! Basta inviare una mail a bottiglie25esimo@sos-sona.it indicando nome e cognome dell’acquirente, numero di bottiglie per tipo o numero di cartoni per tipo (specificare se misti). Sarà poi cura del SOS inoltrare l’ordine al produttore e organizzare la consegna al committente. Il pagamento avviene alla consegna e viene  rilasciata una ricevuta.

Dopodiché non basta che aprire e gustare alla prima occasione! Il prodotto già di per sé è ottimo, ma siamo sicuri che la consapevolezza di averlo acquistato in questo contesto particolare, gli fa conferire un nuovo e particolare gusto: quello della solidarietà! Un gusto piacevole ed intenso che, assieme ai doni del vino, scalda ancor di più il cuore.