SOS di Sona: “dal 5X1000 del 2013 abbiamo ricevuto 24mila euro. Ma quanti tagli…”

Ascolta questo articolo

Il Direttivo del SOS ha contattato il Baco in questi giorni per segnalare un fatto importante, che merita di essere conosciuto.

“Una bellissima notizia – scrivono dal SOS – abbiamo incassato il 5×1000 dell’anno 2013 (dichiarazione dei redditi 2012). Una decisa boccata di ossigeno di 24.012 € per le casse dell’Associazione. La nostra immensa gratitudine va alle 1.057 persone che hanno voluto destinare la propria scelta al SOS., accordandoci la loro stima e fiducia”.

“Tale importante risorsa economica – proseguono  – ci permetterà di affrontare sia l’impegnativa gestione ordinaria dell’Associazione sia l’avviamento di altri importanti progetti che presenteremo con l’inizio del 2016. Ci sia concessa una amara considerazione a margine di questo importante momento: siamo stati assoggettati a Spending Review da parte dell’ULSS22, che ha provveduto ad un taglio del 5% su tutti i parametri di calcolo dei rimborsi che riceviamo per i servizi prestati. Il 5×1000 che riceviamo non verrà utilizzato solo per mantenere, migliorare ed investire sul livello di qualità dei nostri servizi ma servirà in parte a tappare falle economiche generate dai tagli ai rimborsi”.

“Ognuno può trarre le proprie considerazioni in merito. Da parte nostra ci sono un profondo rammarico e un grande senso di frustrazione di fronte a queste decisioni, contro le quali non abbiamo strumenti per opporci. Come al solito – terminano dal SOS – ci tireremo su le maniche e andremo avanti come sempre, sopperendo alle mancanze con la ricchezza che viene dal nostro operato e dalla nostra capacità di farcela sempre e comunque.  Ma qualche domanda ce la poniamo. Di un nuovo un grande, sentito e accorato grazie a tutti coloro che ci sostengono”.

.