Sona: un ricordo della maestra Rosa Anna Antonello, scomparsa a novant’anni

Lo scorso 13 agosto si sono celebrati a Sona i funerali della maestra Rosa Anna Antonello giunta alla bella età di novant’anni.

Era nata nel 1925 in una famiglia da molto tempo residente a Sona, formata dal padre Adelino, la madre Rosa Parolini, la sorella Pierina e i fratelli Luigi e Giancarlo.

Durante la guerra, in un tempo in cui pochissime erano le persone che potevano proseguire gli studi, frequentò le scuole magistrali all’Istituto “Agli Angeli” di Verona diplomandosi nel 1944. Dopo alcune supplenze la sua prima classe d’insegnamento fu a Palazzolo nell’anno scolastico 1945-1946, una classe di oltre quaranta bambini che comprendeva i nati nel 1938 e 1939.

I bambini del 1938 erano con quelli dell’anno successivo perché avevano perso il primo anno di scuola a causa della guerra, quando le scuole nel 1944-45 erano state requisite dai tedeschi che le avevano trasformate in magazzino di generi alimentari.

 01
Anno 1946 Palazzolo: la classe prima del 1939 e 1938 con la maestra Rosa Anna Antonello. Sopra, anno 2011, la classe 1939 di Palazzolo con la maestra Rosa Anna.

Rosa Anna con la sua famiglia ha abitato a Sona fino al 1958 insegnando alle scuole elementari di Sona, S. Rocco, S. Giorgio in Salici e poi a Dolcè e a Cancello.

A Sona insegnava anche Bonifacio De Battisti che divenne suo marito nel 1947. Trasferitasi a Verona con la famiglia, insegnò in città per molti anni alle scuole “Bartolomeo Rubele” e nel collegio Calderara di Castel San Pietro, facendo suoi i problemi dei bambini orfani o con disagi familiari lì ospitati e accuditi dalle Suore della “San Vincenzo”. Si dedicò con amore e passione al suo lavoro per ben trentasette anni.

Ha sempre amato il canto (che ha fatto amare anche ai suoi alunni) e la poesia. Scriveva poesie che ha raccolto e pubblicato in due libretti: “Il fiume della vita” e “L’albero dei ricordi”.

Rimase sempre molto legata a Sona e alla sua casa natia, dove trascorreva tutte le estati fino a pochi anni fa. Fu molto affezionata a Palazzolo e ai suoi primi scolari che non ha mai dimenticato.

I suoi ex bambini di Palazzolo di quel lontano 1945-46, nell’anno duemila l’avevano invitata alla festa della loro classe 1939, consegnandole una targa di riconoscenza. Fino al 2012 la maestra Rosanna dapprima con il marito, mancato nel 2008 all’età di ottantanove anni e poi con i due figli Olimpia e Adriano, ha partecipato con piacere alle feste conviviali della classe 1939.

Rosa Anna lascia i due figli, tre nipoti (Elisa, Lucia e Marta) e due pronipoti gemelli (Leonardo e Carlotta). Ai suoi funerali, oltre ai parenti amici e conoscenti, c’erano diversi suoi ex allievi e, alla fine della messa i suoi nipoti hanno portato numerose e toccanti testimonianze.

.