Sona: sabato a teatro “Done e dotori, rogne e dolori”

Sabato 24 ottobre alle ore 21 va in scena, nel teatro parrocchiale di Sona in Piazza Vittoria , la commedia “Done e dotori, rogne e dolori” della compagnia “La Burla” di Povegliano.

Si tratta di due divertentissimi atti, liberamente tratti da “George Dandin du le Mari confondue” e “Le Médecin volant” di Molière.

Ecco la trama dei due episodi.

Atto primo: “El marì scornà”.

La commedia narra le conseguenze di un matrimonio di convenienza fra Berto, contadino arricchito, e una giovane nobile, Eleonora, costretta a sposarlo per ripianare le finanze della sua famiglia. Ma ad Eleonora il matrimonio sta stretto, molto stretto, tanto da indurla a frequentare di nascosto Maurizio, un giovane spasimante. Per ben tre volte Berto scopre sua moglie in flagrante adulterio, ma per tre volte viene sconfessato dall’astuzia geniale di Eleonora, sempre pronta a girare la situazione a proprio favore.

Atto secondo: “El dotor intrigà”

Zanetto, servo ignorante ma dotato di indubbia prontezza di spirito, riceve dal suo padrone Filippo un insolito incarico: diventare in pochi minuti un medico, e non un medico qualunque, bensì un luminare le cui doti sopraffine possano convincere Guglielmo, un vecchio avaro e opportunista, ad accordargli la cura della figlia Beatrice, che abilmente si finge malata e di cui Filippo è invaghito. Naturalmente il fine ultimo è quello di raggirare il vecchio Guglielmo e di far sposare i due giovani innamorati.

Il testo e la regia sono di Luigi Zanon.

Questo di sabato 24 ottobre è il primo di trenta eventi culturali che si susseguiranno fino al 30 aprile 2016 nel teatro del capoluogo.

Costo del biglietto: intero 8 euro, ridotto 5 euro (anziani ultrasessantacinquenni, ragazzi sotto i dieci anni, Carta Giovani, membri Associazioni del Comune).

.

Articolo precedentePD di Sona: si dimette Lucia Corona Piu. Nuovo Segretario (traghettatore) Mirko Ambrosi
Articolo successivoRuba al Flover “per fare un regalo”. Convalidato l’arresto, con obbligo di dimora a Sona
Nato a Verona nel 1956, lavora come medico di base. Dal 2003 è redattore del “Baco da seta”, su cui pubblica articoli che trattano quasi sempre di storia del nostro Comune. E’ presidente del “Gruppo di ricerca per lo studio della storia locale di Sona”, che fa parte della Biblioteca comunale di Sona.