Sona: riprende vita l’Interporto ferroviario sotto la collina. Arrivato il primo treno dalla Svezia

Torna in attività l’interporto ferroviario posizionato tra Sona e Sommacampagna, sulla linea ferroviaria Milano-Venezia, sotto la collina di Sona e di fronte a Madonna di Monte.

Sicuramente una notizia, considerato che quel sito era nato addirittura nel 1988 quando la società Rosa Trans scavò la collina di Sona per dare vita all’interporto. Nel 2001 l’area passa a Luciano Urbani, che da vita effettivamente all’interporto solo nel 2006. Ma poi tutto si blocca nuovamente per difficoltà autorizzative.

In quella fase vi furono anche alcune polemiche a Sona sulla natura dei lavori di sbancamento effettuati per realizzare l’area, con pure discussioni in Consiglio comunale, di cui avevamo dato conto. Al Baco in quell’occasione scrisse proprio Urbani, per dare la sua versione dello stato della situazione (LEGGI IL SERVIZIO).

Ora, dopo anni di inattività, ad inizio marzo di quest’anno il sito, come si diceva, riprende invece vita con l’arrivo del primo treno dal profondo nord, dalla Svezia. Un treno che trasportava carta, lungo ben 550 metri e di proprietà della Rail Cargo Carrier Italia.

L’intenzione del Presidente dell’Interporto Luciano Urbani, assieme al figlio Paolo che ne è Direttore, è quella di trasformare questo sito in un’opportunità anche per l’agricoltura locale, soprattutto in un’ottica di vendita dei nostri prodotti in Russia. Un’idea nella quale gli Urbani credono molto, se si pensa che l’investimento è stato di ben 48 milioni di euro.

Inizialmente l’Interporto comprendeva un’area di 51mila metri, con quattro binari da 350 metri l’uno. Un’estensione che divenne subito insufficiente alla luce delle dimensioni dei cargo che arrivavano dal Brennero. Ora, dopo gli ultimi interventi, il sito ha raggiunto un’estensione di 114mila metri, con sei binari di ben 600 metri l’uno.

L’intenzione degli Urbani è anche quella di intensificare i rapporti con il Consorzio ZAI, nell’ottica di favorire un aumento del trasporto su rotaia che in Italia non viene assolutamente sfruttato, preferendo il trasporto su gomma.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews