Sona: lo storico Maestro Severino Ridolfi celebrato con una strada e una borsa di studio

Una domenica a suo modo storica quella che ha vissuto Sona il 12 febbraio.

Ad ottenere un meritato riconoscimento è stata la figura di un vero pilastro della storia della nostra comunità: Severino Ridolfi, Maestro della Banda di Sona per quarant’anni.

Severino Ridolfi nacque a Sona nel 1903. Nel 1920 entrò a far parte della Banda municipale, dove imparò a suonare il clarinetto, lo stesso strumento del padre e del nonno. Ben presto gli fu assegnato l’incarico di istruire gli allievi. La sua grande passione per la musica era evidente, tanto che nel 1932 fu nominato Maestro del Corpo Bandistico; addirittura divenne, nei primi anni, presidente dell’istituzione stessa. Falegname di professione, costruì in legno il podio su cui i suonatori si esibivano. Fu, inoltre, per tanti anni organista della chiesa parrocchiale di Sona.

Nel 1972 si ritirò dall’attività di Maestro della Banda, dopo un’attività ininterrotta di quarant’anni. Il suo impegno per la musica lo portò, tuttavia, a dirigere il Coro di Sona “Il mio paese”, così chiamato dal titolo di una delle poesie da lui composte.

Due sono stati i momenti nei quali domenica è stato celebrato il Maestro Severino Ridolfi.

Nel primo, alle 16.30, gli è stata intitolata una via situata nella nuova lottizzazione “Monte Olivi”, a pochi metri da località Pie’ di Colle, dove si trova la casa dove il maestro abitava. Presenti alla cerimonia, oltre a nipoti e pronipoti del Maestro, il Corpo Bandistico di Sona con il suo Presidente Doriano Benedetti e l’Assessore alla Cultura Gianmichele Bianco, che ha scoperto la nuova segnaletica stradale: “Via Severino Ridolfi. Maestro della Banda di Sona”.

Doveroso ricordare in questo modo gli indimenticati meriti didattici del grande Maestro della Banda – ha indicato l’Assessore Bianco – che ha saputo coinvolgere i ragazzi di Sona nella musica. Ha dato tanto a Sona e ora Sona, nel suo piccolo, ricambia a perenne memoria.

A seguire, in sala consigliare, è stata consegnata la borsa di studio “Severino Ridolfi” per meriti musicali di 516,46 euro (il vecchio milione di lire) a Luca Cussolotto, studente di oboe al Conservatorio e assiduo componente della nostra Banda comunale. La borsa di studio viene offerta ogni anno a componenti del Corpo Bandistico di Sona, meritoriamente impegnati nell’attività non solo concertistica e didattica ma anche di studio e perfezionamento presso conservatori musicali.

A fare da importante contorno alla consegna della borsa di studio un concerto di grande qualità in onore del Maestro, con i “suoi” Corpo Bandistico e Coro Il Mio Paese, in una sala gremita di cittadini. Perché la musica è cultura, è storia e sa unire le persone e le comunità.

Nel servizio, FOTO e VIDEO della bella giornata.

Mario Nicoli
Nato a Verona nel 1956, ha lavorato come medico di base. Dal 2003 è redattore del “Baco da seta”, su cui pubblica articoli che trattano quasi sempre di storia del nostro Comune. E’ presidente del “Gruppo di ricerca per lo studio della storia locale di Sona”, che fa parte della Biblioteca comunale di Sona.