Sona: lascia il Segretario Comunale Triggiani. Con qualche polemica

Che il Segretario Comunale non sarebbe rimasto a Sona ancora per molto tempo era una voce che circolava nei corridoi del Comune da un po’. Ma certamente l’annuncio che il Dott. Antonio Spiridione Triggiani (nella foto) ha dato in apertura di Consiglio Comunale lunedì scorso è stata una sorpresa assoluta per la tempistica utilizzata.

Di fatto già da lunedì prossimo infatti il Segretario Comunale non sarà più a Sona. Dirigeva il nostro Comune da più di sei anni, fu scelto dall’allora neo Sindaco Gualtiero Mazzi e quindi confermato un anno e mezzo fa dal nuovo Sindaco Gianluigi Mazzi.

Nel dare l’annuncio della sua decisione, Triggiani ha dichiarato che “nessuno vuole mandarmi via. Ringrazio chi ha voluto che venissi e chi ha permesso che restassi, e ringrazio tutto il personale che ha collaborato con me. Ringrazio un po’ meno chi mi ha remato contro, ma non pretendevo di essere amico di tutti; il segretario non deve essere amico di nessuno”. 

L’ormai ex Segretario non ha indicato a chi si riferisse con quel “chi mi ha remato contro” – frase con la quale a tutta evidenza ha voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe – ma in molti hanno visto quel dito puntato contro una parte dei dipendenti del Comune, con i quali i rapporti non sono mai stati facili. Durante il suo incarico, tra l’altro, si è registrato a Sona l’unico sciopero del personale nella storia del nostro Comune. Ora Triggiani prenderà servizio presso i Comuni di San Martino Buon Albergo e Castel d’Azzano.

Nel corso della seduta del Consiglio Comunale a salutare e ringraziare il Segretario uscente sono stati sia il Sindaco Gianluigi Mazzi che l’ex Sindaco Gualtiero Mazzi.