Sona, elezioni al femminile: la parola alle candidate

Le prossime elezioni di Sona vedono sette candidati Sindaci e quattordici liste contendersi il governo di Sona, con ben 205 persone che si sono messe personalmente in gioco nei vari schieramenti. Tra queste moltissime sono le donne, una vera novità per Sona, favorita anche dal fatto che la legge stessa prevede delle proporzioni stringenti tra i vari sessi. Sul Baco in edicola analizziamo anche questo aspetto della tornata elettorale locale, con pure una ricostruzione storica delle presenza “rosa” nelle nostre istituzioni a Sona.

 

Proprio in forza di questa novità abbiamo pensato di interpellare una donna in lista per ognuno dei sette candidati Sindaci – scegliendole casualmente tra le numerose donne presenti – e di fare a loro delle domande per proporre ai nostri lettori un’intervista “al femminile” sulla scadenza elettorale del 26.

 

Hanno accettato di rispondere Marianna Dosso, candidata per la lista Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona che appoggia il candidato Sindaco Vittorio Caliari, Tatiana Bonetti della Lista Civica PerSona al Centro che appoggia il candidato Sindaco Gianluigi Mazzi; Alice Tosi della Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune che appoggia il candidato Sindaco Flavio Bonometti; Maria Giovanna Speri per il Movimento Cinque Stelle – beppegrillo.it che appoggia il candidato Sindaco Federico Zanella; Valeria Altieri della Lista Tosi per Sona che appoggia il candidato Sindaco Gualtiero Mazzi e Lucia Corona Più della Lista Civica Nuove Prospettive che appoggia il candidato Sindaco Enrico Cordioli. Mentre Eleonora Urbani, capolista di Indipendenza Veneta, ci ha inviato una sua dichiarazione. Queste le loro risposte.

 

Vi presentate brevemente ai nostri lettori?

 

Marianna Dosso (Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona – candidato Sindaco Vittorio Caliari): sono nata a Bussolengo e da sempre vivo a Sona, e da un paio di anni gestisco una Cartolibreria Profumeria a Sona.

Lucia Corona Più (Lista Civica Nuove Prospettive – candidato Sindaco Enrico Cordioli): Sono nata a Verona nell’ottobre 1969 e dal 2009 vivo a San Giorgio in Salici. Ho una formazione umanistica, sono laureata in Lingue e Letterature Straniere e ho anche un diploma in musica moderna, BTEC National Diploma in Popular Music. Gestisco una scuola di musica, il CSM di Verona, occupandomi di vari aspetti (didattica, gestione progetti, amministrazione). Insegno varie materie in due corsi britannici che si chiamano BTEC Extended Diploma in Music e BTEC Higher National Diploma in Music, certificati dall’ente Pearson: project management, ricerca, musica e società, progetti di musica in campo sociale, la musica come professione. Oltre alla didattica, ci occupiamo di organizzare progetti che diffondano in vario modo la cultura musicale. Faccio parte del coordinamento provinciale della rete politica che riunisce i sostenitori di Matteo Renzi.

Valeria Altieri (Lista Tosi per Sona – candidato Sindaco Gualtiero Mazzi): Sono Altieri Valeria e risiedo a Lugagnano con la mia famiglia. Sebbene i miei studi siano stati di natura prettamente giuridica ho avuto il piacere di potermi misurare con esperienze eterogenee da essi di tipo commerciale ed artigianale.

Maria Giovanna Speri (Movimento Cinque Stelle Sona – beppegrillo.it – candidato Sindaco Federico Zanella): Nata a Negrar nel ’64, vivo a Lugagnano da 32 anni. Ho un figlio di 25 e lavoro come Operatrice Socio Sanitaria. Faccio parte del S.O.S. di Sona dal 2000 e dal 2006 partecipo all’organizzazione e alle sfilate del Carnevale Benefico dello Tzigano.

Tatiana Bonetti (Lista Civica PerSona al Centro – candidato Sindaco Gianluigi Mazzi): Sono Tatiana Bonetti, ho 37 anni sono sposata, ho 2 figli, Thomas 11 anni e Valentina 9. Lavoro part-time come impiegata amministrativa. Sono nata e vivo a Lugagnano. Sono rappresentante di classe e segretaria del Comitato Genitori di Lugagnano.

Alice Tosi (Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune – candidato Sindaco Flavio Bonometti): Sono Alice Tosi, ho 30 anni e da sempre sono residente nel comune di Sona, che sento come “casa mia”. Da pochi anni mi sono trasferita da Lugagnano alla Canova di Sona con il mio compagno Vito Giannone anche lui candidato nella lista Progetto Comune, con il quale ho condiviso esperienze nel territorio, in particolare i giovani ci conoscono per aver fatto parte dell’animazione estiva di Lugagnano e abbiamo anche lavorato insieme per costruire qualcosa nello sport, che oggi è diventato il Lugagnano volley. Ho frequentato le scuole primarie a Lugagnano, mi sono diplomata al Liceo scientifico “E. Medi” di Villafranca e ho continuato i miei studi a Padova laureandomi in Psicologia nel 2007. Sono iscritta all’albo dal 2009 e mi sono specializzata in Psicoterapia a gennaio di quest’anno. Da 7 anni lavoro nel progetto comunale “Non Solo Nido” e da 4 mi occupo anche di “Help Compiti” a Palazzolo, molte famiglie mi conoscono come la maestra Alice, anche perché ho lavorato alcune estati nel Cer di Lugagnano, Baby Estate. Ho collaborato per anni con il servizio prevenzione del Ser.t. di Bussolengo, svolgo la libera professione nel mio studio a Bussolengo e collaboro con altri studi privati.

 

Cosa vi ha spinte a questo impegno diretto in politica?

 

Marianna Dosso (Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona – candidato Sindaco Vittorio Caliari): se devo essere sincera tutto questo mi è capitato per caso, mi è stato chiesto se volevo entrare a far parte del partito “Il Popolo della Libertà”. Ho accettato di far parte ad una “squadra” che ho sempre visto che si è mossa verso i bisogni dei cittadini e per me lo vista come una possibilità di fare un’esperienza nuova e di riuscire così a contribuire per il bene del paese.

Lucia Corona Più (Lista Civica Nuove Prospettive – candidato Sindaco Enrico Cordioli): Mi sono impegnata attivamente in politica circa un anno fa, appunto sostenendo le idee e successivamente la campagna per le primarie di Matteo Renzi, perché è giunto il momento di riportare nella politica a tutti i livelli le parole ‘speranza’ e ‘sogno’: questo impegno per me significa mettere al servizio della comunità le competenze e la passione che da sempre infondo nel mio lavoro, cercando di portare alle persone l’idea che il futuro sia una cosa bella. La mia candidatura risponde a un’esigenza di cambiamento, al desiderio di vivere in un paese dove le cose funzionino in modo efficiente, le persone non abbiano di che lamentarsi e si occupino le une delle altre; vorrei che tutti potessimo godere di una comunità viva e vivace, dove incontro e partecipazione sostituiscano le telecamere nel dare un senso di sicurezza, dove l’appartenenza a una comunità vada di pari passo con il sentirsi europei e dove tutti avessero un’opportunità di sentirsi realizzati. 

Valeria Altieri (Lista Tosi per Sona – candidato Sindaco Gualtiero Mazzi): Due peculiarità ricorrenti della mia vita sono sia la vivace curiosità e passione nelle vicende e negli eventi che affronto, ma anche la predisposizione a percepire le sensibilità di coloro che affrontano momenti particolar di difficoltà avvertendo gratificazione nell’adoperarmi in un fattivo contributo. Con l’attitudine riflessiva che mi ha sempre accompagnata, a tratti agevolandomi ed a tratti ostacolandomi, pertanto, credo che  l’insieme di queste componenti mi abbiano sollecitato ora ad abbracciare, in scienza e coscienza, la possibilità di convogliare dinamismo e responsabilità in un progetto nobile e plausibile per la nostra comunità e che da anni ammiro in veste di osservatrice. Ammirazione sia per l’operato efficiente di chi ha fatto della buona politica un dogma sia per la soddisfazione di coloro che  reiteratamente accolgono e beneficiano di questa metodologia lavorativa.

Maria Giovanna Speri (Movimento Cinque Stelle Sona – beppegrillo.it – candidato Sindaco Federico Zanella): Oggi più che mai ho capito che serve occuparsi in prima persona e attivamente dell’Amministrazione pubblica per essere protagonisti del proprio futuro e partecipi di un cambiamento assolutamente necessario nella direzione della trasparenza e dell’onestà.

Tatiana Bonetti (Lista Civica PerSona al Centro – candidato Sindaco Gianluigi Mazzi): Il forte senso di appartenenza al mio paese mi ha spinto a mettermi in gioco in prima perSona. In questi ultimi anni ho percepito un senso di abbandono, poco è stato fatto per il miglioramento delle strutture scolastiche, ormai insufficienti, dei servizi, basti pensare ad esempio alla viabilità (strade disastrate e mancanza di vere piste ciclabili) o agli impianti sportivi. Sono stanca delle false promesse da “campagna elettorale” e quindi, dopo le lamentele e le critiche ai politici che ci hanno governato inutilmente in questi decenni, e che purtroppo hanno ancora il coraggio di candidarsi nelle altre liste, ho deciso di passare “all’azione” e allora eccomi qua!

Alice Tosi (Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune – candidato Sindaco Flavio Bonometti): Ho pensato che fosse giunto il momento di mettermi in gioco con le mie competenze per poter fare di più per il mio territorio, per dare ai miei futuri figli e a quelli di tutte le donne di Sona un comune in cui si riconoscano, si sentano capiti e protetti. Fin da piccola mi sono data da fare, ricordo ancora quando alle medie ho fatto parte del primo C.C.R. (Consiglio Comunale Ragazzi), da cui ho preso la spinta per diventare rappresentate di classe nei successivi anni delle superiori. Solo toccando con mano il lavoro che sta dietro a tutti i progetti e le proposte che un comune porta avanti, è possibile capire come migliorare, grazie ad occhi liberi e nuovi, in grado di vedere da punti di vista diversi gli elementi in gioco.

  

Perché avete scelto di candidarvi per il vostro candidato Sindaco?

 

Marianna Dosso (Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona – candidato Sindaco Vittorio Caliari): Ho deciso così di far parte della lista del candidato sindaco Caliari Vittorio perché ritengo che sia una persona giovane con buona volontà e con idee capaci di migliorare il paese.

Lucia Corona Più (Lista Civica Nuove Prospettive – candidato Sindaco Enrico Cordioli): Innanzitutto perché quello espresso da Enrico Cordioli è un progetto corale e inclusivo, non personalistico, di ampio respiro nelle tematiche e fondato su un reale spirito di squadra. Il programma, alla cui redazione ho contribuito in prima persona, è stato ragionato da un bel gruppo di persone sulla base di quei concetti di trasparenza e partecipazione che io ritengo vitali. Ci sono praticamente tutti gli elementi che hanno caratterizzato e caratterizzano il programma di Matteo Renzi: l’imprescindibile praticità delle cose concrete, la trasparenza e modernità della comunicazione inserite in un quadro organico votato alla speranza, alla bellezza e all’importanza dello stare insieme. Enrico, poi, è una persona equilibrata e seria, oltre che competente, che vive l’impegno politico con il coraggio e l’entusiasmo di chi è mosso dal desiderio di migliorare il futuro. Infine, dato il mio orientamento politico, è stato abbastanza naturale scegliere di candidarmi nella coalizione che include il Partito Democratico, la cui componente sonese è espressione di apertura e di rinnovamento.  

Valeria Altieri (Lista Tosi per Sona – candidato Sindaco Gualtiero Mazzi): Ritengo con ferma e serena convinzione che la tenacia e la determinazione nel portare avanti progetti di lungo termine e di ampio respiro per il nostro territorio ispirandosi al modello Verona  in una prospettiva contrapposta  all’isolamento e di vantaggiosa connessione con tutte le altre laboriose realtà del nostro Paese, siano frutto di  idee e modelli elaborati, appoggiati e realizzati da un’imprescindibile lavoro di partecipazione e di gruppo. E’  fuorviante, per questi motivi, pensare a scelte univoche ed è doveroso quanto irrinunciabile identificare la realizzazione dei buoni propositi nel frutto dell’operato di una compagine coesa che si ponga alla guida di un percorso altrove già abbondantemente collaudato con successo.  

Maria Giovanna Speri (Movimento Cinque Stelle Sona – beppegrillo.it – candidato Sindaco Federico Zanella): Nel MoVimento 5 Stelle non conta chi si candida come Sindaco, ma il gruppo che lavora alle sue spalle a contatto con i cittadini e per i cittadini. Per questo motivo ho scelto non solo il candidato ma il gruppo.

Tatiana Bonetti (Lista Civica PerSona al Centro – candidato Sindaco Gianluigi Mazzi): Ho scelto di candidarmi nella lista “perSona al centro” con candidato Gianluigi Mazzi perché lo ritengo la perSona giusta! È competente, un volto nuovo (non e’ mai stato al “potere” e fuori da interessi politici) ma soprattutto crede e mette passione in tutto quello che fa per il nostro Comune. E poi da vero leader ha formato una squadra strepitosa dove ognuno con il suo contributo è determinante, siamo tutti spinti da vera voglia di cambiamento.

Alice Tosi (Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune – candidato Sindaco Flavio Bonometti): Ritengo fondamentale iniziare un percorso affiancandosi a persone che hanno già esperienza alle spalle, che sanno come muoversi nel mare della burocrazia e che hanno dato risposte concrete durante le amministrazioni di cui hanno fatto parte, come è Flavio Bonometti. Penso che solo attraverso rampe di lancio ben salde si possa poi spiccare il volo. Ho dovuto portare avanti diversi tirocini nel mio percorso di formazione per cui so quanto un “Tutor” sia fondamentale per fare un buon lavoro, per imparare con umiltà ad usare gli strumenti giusti e che ti aiuti a creare le fondamenta per poter costruire un futuro di rinnovamento.

 

Ritenete che una donna possa dare qualcosa di nuovo alla politica di Sona, dove la presenza femminile scarseggia da sempre?

 

Marianna Dosso (Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona – candidato Sindaco Vittorio Caliari): La differenza non è tanto Uomo o Donna, l’importante è avere dei valori e dei buoni principi, e soprattutto avere la capacità di ascoltare le richieste del cittadino e trovare il modo di  metterle in pratica.

Lucia Corona Più (Lista Civica Nuove Prospettive – candidato Sindaco Enrico Cordioli): Indubbiamente l’apporto femminile non può che essere positivo e tutta la società dovrebbe finalmente dare maggiore spazio e riconoscimento al valore di tante donne capaci. Ritengo, tuttavia, che ciò che conta siano soprattutto la competenza, il merito e il senso di responsabilità, oltre che l’espressione di valori condivisi: le persone che si mettono al servizio della comunità devono avere queste caratteristiche, al di là del genere o di qualunque altra forma di appartenenza.

Valeria Altieri (Lista Tosi per Sona – candidato Sindaco Gualtiero Mazzi): A parer mio sono i retaggi culturali ancora radicati nella nostra società civile piuttosto che dinamiche fondate su  incancrenite ed inveterate prassi ad indurci di nuovo a collocare la questione in termini di distinguo tra genere maschile e femminile. Personalmente credo che l’onestà d’intenti piuttosto che l’umiltà e lealtà verso il bene comune ed in quanto tale, verso sé stessi ed il prossimo, siano requisiti uniformemente distribuiti tra le persone prescindendo dalle differenziazioni tra uomini e donne. Pertanto,  sia una donna che un uomo, quando sono dominati da buon senso e responsabilità, possono uniformemente  apportare un sano ed auspicabile valore aggiunto nella praticità operativa delle realtà in cui prestano il loro servizio. Con altrettanta convinzione  però, sostengo che un buon equilibrio tra sensibilità diversamente canalizzate, sebbene mai predominanti o contrastanti tra loro, possa essere all’origine di  nuove valutazioni e consapevolezze da porre a disposizione ed a sicuro giovamento delle quotidiane e tangibili circostanze del nostro territorio.

Maria Giovanna Speri (Movimento Cinque Stelle Sona – beppegrillo.it – candidato Sindaco Federico Zanella): Sicuramente il punto di vista femminile sulle problematiche del nostro territorio, le capacità e la sensibilità che contraddistinguono noi donne possono aumentare la qualità del rapporto tra cittadini e amministrazione.

Tatiana Bonetti (Lista Civica PerSona al Centro – candidato Sindaco Gianluigi Mazzi): Ritengo che differenziare anche in politica uomo o donna ormai sia anacronistico: l’elemento valutativo deve essere competenza, serietà e voglia di fare. Certamente una forte presenza femminile non può che portare qualcosa di nuovo nella politica soprattutto dal punto di vista organizzativo. Sappiamo bene che una donna oggi riveste diversi ruoli: lavoratrice, moglie e madre, eppure riesce a conciliare e far quadrare le cose. Forse è arrivato il momento che anche in ambiti prettamente maschili si prenda in considerazione e si dia fiducia alla capacità di gestione di una donna anche per avere una diversa lettura del problema e una rapida e concreta soluzione.
Alice Tosi (Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune – candidato Sindaco Flavio Bonometti): Si dice che dietro ad ogni grande uomo ci sia una grande donna, ma è ora che le donne si mettano davanti, che mostrino quello che possono fare anche nelle amministrazioni comunali. Le donne sono chiamate ad avere tanti ruoli nella vita, sono figlie, mamme, mogli, studentesse, casalinghe, lavoratrici, imprenditrici e penso che le nostre capacità possano dare una svolta alla politica, mettendo in primo piano le esigenze delle famiglie che sono il fulcro della società.

 

Quali le vostre competenze e i vostri impegni se veniste elette?

 

Marianna Dosso (Il Popolo della Libertà – Berlusconi per Sona – candidato Sindaco Vittorio Caliari): Di competenze io non ne ho molte essendo nuova in questo ambito, però se dovessi essere eletta mi impegnerò con la mia professionalità e i miei valori convinzioni e idee sperando che siano ascoltate giudicate e se giuste e oneste messe in pratica.

Lucia Corona Più (Lista Civica Nuove Prospettive – candidato Sindaco Enrico Cordioli): Il mio lavoro si basa sulla gestione progetti e sulla creatività, oltre che sulla comunicazione e sulla didattica. Sono quotidianamente impegnata nel lavoro di squadra e nell’insegnare ad altri a sfruttarne le potenzialità: saper coordinare le persone, valorizzandone le capacità e stimolandone la creatività, è una caratteristica importante nel mondo odierno più che mai.  Io mi impegno innanzitutto a favorire la comunicazione fra l’Amministrazione e la cittadinanza, ma anche tra le varie sfere della cittadinanza stessa: trasparenza e facilità di scambio di idee e di informazione devono essere la priorità. E’ quindi necessario attivare e potenziare i canali di comunicazione più efficaci, sia digitali sia ‘fisici’:  l’attività comunale e i dati che la riguardano devono essere online, a disposizione di tutti, ma si devono anche aumentare le occasioni di incontro tra le persone (ad esempio, orari di apertura più ampi e creazione di organi territoriali). E’ importante altresì che l’Amministrazione si faccia carico di coordinare il lavoro delle tante associazioni presenti nel nostro comune, facendone una importante risorsa che supplisca alla scarsità di quelle economiche nella realizzazione di piccole e grandi opere necessarie alla vita della popolazione. La cultura in tutti i suoi aspetti, poi, deve tornare ai primi posti dell’agenda comunale, perché solo con un’offerta culturale e artistica ampia, che coinvolga la comunità in modo anche attivo, è possibile ricreare un ambiente vivibile, sicuro e stimolante. Infine, un impegno particolare lo metterò anche nella promozione del turismo, attività che in un territorio ricco come il nostro va incentivata in termini economici e imprenditoriali, ma anche culturali e comunicativi: dobbiamo fare sì che le persone vengano a trovarci e poi desiderino tornare, incrementando l’economia e favorendo lo scambio.

Valeria Altieri (Lista Tosi per Sona – candidato Sindaco Gualtiero Mazzi): Credo che una buona dose di pragmatismo e di consapevolezza della criticità economica del presente momento non possa esimerci dal perseguire obiettivi di riconsiderazione del bilancio sociale al fine di rimodulare ulteriormente la spesa corrente e poter limare ancora una volta l’aliquota irpef di competenza comunale in  conseguenza anche dell’apprezzabile obiettivo già raggiunto dall’ amministrazione uscente che ha portato ad un avanzo di amministrazione. Risultati questi che, sebbene in apparenza suscitino poco scalpore ed effetto in particolare per la loro non immediata intuitività, sono essenziali e preliminari a qualsiasi altro punto programmatico. Fondamentale, inoltre, dal mio modesto punto di vista, la cautela e la tutela di un paesaggio e di un suolo che  appartiene a tutti ed a nessuno, ma che rappresenta pur sempre lo specchio ed una delle sorgenti del benessere sia psico-fisico che delle relazioni umane.

Maria Giovanna Speri (Movimento Cinque Stelle Sona – beppegrillo.it – candidato Sindaco Federico Zanella): Se venissi eletta mi impegnerei a sviluppare i temi del sociale che caratterizzano il nostro programma e che riguardano tutte le fasce d’età ricercando soluzioni idonee ai bisogni di tutti.

Tatiana Bonetti (Lista Civica PerSona al Centro – candidato Sindaco Gianluigi Mazzi): Ritengo di avere una grande fortuna: non ho esperienza politica in senso stretto quindi non ho favori da ricambiare o giochi di partiti politici a cui sottostare o interessi di settore o caste da proteggere. Il mio primo obiettivo è concretizzare quei progetti primari per ridare il prestigio che merita al mio Comune nonché ridare dignità e senso di civile appartenenza ai miei concittadini. Insomma, in poche parole, voglio che si ritorni ad essere orgogliosi di vivere nel nostro Comune. Per raggiungere tali obiettivi oltre ad un grande impegno ci metterò entusiasmo, rispetto e determinazione, ingredienti fondamentali non solo in politica ma in assoluto nella vita, unito da un costante dialogo e ascolto con la gente, cioè con chi come me, come cittadina e genitore, vive il Comune e quindi capisce le necessità e le esigenze per renderlo più vivibile. Penso sia quello che è mancato a questa amministrazione!

Alice Tosi (Lista Civica Cittadini per Sona – Progetto Comune – candidato Sindaco Flavio Bonometti): Riguardo alle mie competenze posso affermare di avere fatto esperienze in molti servizi che mi hanno dato modo di entrare in contatto con la realtà del territorio, soprattutto quella delle persone in difficoltà. Ho svolto il mio primo tirocinio presso il Centro Diurno per minori di Sona, sul quale ho anche presentato la tesi di laurea triennale, poi sono stata presso il Ser.t. (Servizio Tossicodipendenze) di Bussolengo e ho continuato lavorando come dicevo nella prevenzione, sono stata anche presso il CSM (Centro di Salute Mentale) di Domegliara, centro diurno, comunità, ospedale, negli ultimi 2 anni ho svolto un tirocinio presso la Psicologia Evolutiva di Villafranca, lavoro a stretto contatto con le Educatrici del nostro comune e con le assistenti sociali. Penso che sia chiaro l’ambito in cui mi muovo e al quale vorrei poter dare il mio contributo se venissi eletta, la mia professione è parte del sociale. Vorrei dare maggior rilievo a chi lavora da anni dietro le quinte, per far funzionare i progetti, persone che mettono quotidianamente passione e professionalità al servizio dei cittadini, ma vorrei allo stesso tempo che i cittadini stessi divenissero sempre più protagonisti delle proposte nel territorio permettendo loro di contribuire costruttivamente a migliorarci. Io lavoro nella relazione e il dialogo sarà alla base del mio operato, il confronto dovrà divenire il centro di chi si occuperà di sociale, perché solo mettendo insieme le idee si può rendere il comune un ambiente di crescita e di espressione. Mi piacerebbe poi che i giovani potessero dire la loro attraverso concorsi di idee (offerta al pubblico in cui l’amministrazione si impegna ad “acquistare “ l’idea progettuale, precedentemente presentata tramite una relazione, che avrà giudicato più meritevole), con cui potrebbero proporre nuove opportunità per i coetanei e non solo. Concludo ricordando che faccio parte di un gruppo che come primo passo azzererà i propri compensi per mettere quei soldi nel sociale, per aiutare le numerose famiglie in difficoltà, come molte associazioni già fanno e con le quali mi impegnerei a collaborare per non dimenticare nessuna delle esigenze delle persone del nostro comune.

 

Ecco invece la dichiarazione che ha rilasciato al Baco Eleonora Urbani, capogruppo della Lista Indipendenza Veneta.

Fino a poco tempo fa non avrei mai pensato di candidarmi nella lista di Indipendenza Veneta per le elezioni del Comune di Sona (Verona). Ho capito che è il momento di agire, di essere una piccola voce che contribuisca a diffondere l’idea che noi Veneti non dobbiamo accollarci i costi di una politica dissipatrice e di uno stato mal governato, il quale non ha mai valorizzato la nostra terra ma sempre sfruttato. Aziende che falliscono o che si delocalizzano in paesi più competitivi, famiglie in condizioni di indigenza che fino a qualche anno fa sembravano essere storie appartenenti ai soli paesi del Terzo Mondo, purtroppo sono all’ordine del giorno anche in Veneto. Un Veneto che possiede tutte le capacità per essere un territorio vincente e che deve riappropriarsi del diritto di decidere per sé stesso. Ho scelto Indipendenza Veneta perché sta conducendo un percorso legale, pacifico, democratico ma soprattutto concreto nei fatti e scevro da qualsiasi forma di fanatismo. A tal proposito, ho conosciuto all’interno del movimento delle belle persone, oltre che molto preparate, le quali mi hanno fatto riscoprire il senso di appartenenza al popolo veneto. Ho letto pagine e pagine di una storia millenaria, quale è quella della Repubblica di Venezia, che sono da sempre omesse nelle scuole italiane. Se inizialmente la mia iscrizione a Indipendenza Veneta è stata solo dettata dalla volontà di cercare una via di fuga dal declino italiano, ora è arricchita dalla presa di coscienza di essere veneta.