Sona: Ecco la nuova Giunta del sindaco Gualtiero Mazzi

Con proprio Decreto il sindaco di Sona Gualtiero Mazzi ha oggi nominato gli assessori, conferendo loro le deleghe. Per sé ha mantenuto le deleghe all’urbanistica, alla sicurezza, alla partecipazione a società e consorzi e allo sport.

Come si sapeva vicesindaco è stato nominato Gaspare Nicolò Di Stefano, che assume anche le deleghe ai servizi sociali, alla famiglia, alla cultura, all’informazione e alle farmacie.

La vera parte del leone la fa Vittorio Caliari (nella foto), di Forza Italia, a cui vengono affidate le strategiche deleghe ai lavori pubblici, all’ecologia e al bilancio. Di fatto sulle sue spalle si sommano gran parte dei nodi cruciali del nostro territorio.

Ad Antonio Troiani, già assessore nella Giunta Bonometti, sono state date le deleghe alle manutenzioni, al commercio e alle attività produttive, al rapporto con gli enti e al personale. A Ernesto Vantini è affidata la viabilità, la protezione civile, le politiche giovanili e le associazioni.

A Meri Pinotti, anche lei presente nella precedente Giunta, spettano le deleghe in materia di tributi, pubblica istruzione e scuole, arredo urbano, organizzazione ed innovazione. Per finire, a Renzo Appolloni spetta l’edilizia privata e il patrimonio.

Come di consuetudine il Sindaco si riserva poi di incaricare uno o più consiglieri comunali a svolgere compiti di studio, ricerca e collaborazione.

Capogruppo Consigliare per la Maggioranza è Maurizio Virgilio Moletta, che in tanti davano invece come probabile Assessore anche perchè – ad oggi – resta scoperta come rappresentanza la frazione di San Giorgio in Salici. Per le Minoranze Gianluigi Mazzi per L’Incontro e Giannantonio Mazzi per Crescere Insieme Camminare Insieme.

Il prossimo 10 giugno è invece l’ultimo giorno di servizio del Segretario Comunale Benvenuti.

Articolo precedentePalazzolo: Messa di suffragio per l’ex sindaco Carlo Scattolini
Articolo successivoPrimo giorno di scuola per il nuovo Consiglio Comunale di Sona
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.