“Sona, dal 1942 al 14 maggio 1945”, un libro inedito da scaricare dal nostro sito

Carlo Antonio Modena, poeta e scrittore veronese per passione, classe 1931, visse alcuni anni della sua prima adolescenza a Sona, dove il padre si era trasferito con la famiglia per lavoro.

Nonostante fosse il tempo della seconda guerra mondiale, il giovanetto passava il tempo fra scuola, giochi con i coetanei, sguardi curiosi sul mondo piccolo di quel paesello adagiato sulla collina.

Sarebbe stato un periodo spensierato, se non si fosse concluso tragicamente con la morte della mamma, avvenuta in un incidente stradale dai contorni misteriosi.

Modena vive da tanti anni a Perugia, ma non ha mai dimenticato i suoi trascorsi sonesi, tuttora si sente telefonicamente con gli amici di allora. Quei ricordi, anzi, gli sono rimasti nel cuore, tanto che nel 2013 decise di scrivere un libro di memorie su quel periodo, intitolato “Sona (dal 1942 al 14 maggio 1945)”.

L’opera, rimasta inedita, è circolata in fotocopie fra conoscenti e parenti di Sona, riscuotendo in chi l’ha letta grande interesse.

In effetti, Modena sa far rivivere con nostalgia, fra la prosa della cronaca e i versi delle poesie dialettali, la vita della Sona “de na olta”, gli orrori della guerra cha la lambirono, i personaggi che la popolavano, con le loro usanze che ormai non ci sono più.

Il Baco da Seta ha recuperato il libro, e lo ripropone da oggi 25 aprile – a memoria di questa data storica – nella sezione “pubblicazioni” del sito, affinché gli appassionati di storia locale possano conoscere e apprezzare questo spaccato di vita quotidiana del capoluogo negli anni ’40. Scaricatelo e leggetelo.

Mario Nicoli
Nato a Verona nel 1956, ha lavorato come medico di base. Dal 2003 è redattore del “Baco da seta”, su cui pubblica articoli che trattano quasi sempre di storia del nostro Comune. E’ presidente del “Gruppo di ricerca per lo studio della storia locale di Sona”, che fa parte della Biblioteca comunale di Sona.