Sommacampagna, domenica Mercato della Terra e presentazione del libro di Michele Rumiz di Slow Food Travel

Il primo maggio sarà una domenica speciale per il Mercato della Terra di Slow Food in piazza a Sommacampagna per l’attesa partecipazione di Michele Rumiz, direttore di Slow Food Travel, progetto che promuove modelli sostenibili di turismo enogastronomico.

Prosegue infatti l’abbinamento tra cibo buono e buona lettura, voluto dall’assessorato alla cultura del Comune di Sommacampagna per promuovere uno stile di vita “slow”, sano e all’insegna della cultura.

All’interno del programma di iniziative “Sommacampagna Comune che legge”, infatti, domenica alle ore 10.30 Rumiz presenterà il suo libro “La grotta al centro del mondo” presso la sala degli affreschi del Municipio, in collaborazione con la libreria Castioni di Lugagnano.

Al Mercato della Terra, tra le novità, si potranno trovare primizie stagionali come gli asparagi e i piselli dell’azienda Emidio Bedendo (nella foto sopra) e presidi Slow Food come le mele decio di Belfiore, anche in mostarda, la stortina veronese e il formaggio Silter DOP della Valle Camonica.

Come sempre, saranno presenti oltre 30 piccoli produttori, agricoltori e artigiani del cibo provenienti dalla provincia di Verona e dalle provincie limitrofe del mantovano, bresciano, trentino e vicentino selezionati da Slow Food Garda Veronese per animare piazza della Repubblica e il centro storico di Sommacampagna e proporre a cittadini e turisti.

“Cibi freschi e stagionali e far conoscere prodotti locali meno noti ma parte dell’identità veronese, come appunto la stortina e le mele decio”, dichiara l’assessore alle attività produttive Nicola Trivellati. Infine, gli amanti dello street food potranno degustare gli arrosticini di pecora, una tradizione abruzzese portata a Verona dall’azienda Ca del Vento.

Il Mercato della Terra di Slow Food si tiene ogni prima domenica del mese, dalle 9 alle 13, nell’alberata piazza della Repubblica di Sommacampagna. Nell’occasione sono eccezionalmente aperte al pubblico le chiese di Sant’Andrea, impreziosita dall’imponente Giudizio Universale attribuito al Maestro Cicogna, e di San Rocco.

Quando giocava a calcio, faceva correre veloce il pallone, creando spazi dove non c’erano. Oggi, fa correre idee e parole verso mondi dove il senso civico prevale sugli interessi individuali e la convergenza vince sulle polarizzazioni. Umanista, progetta narrazioni d'impresa con una Laurea in Psicologia della Comunicazione. Convinta che le persone possano rendere più bello il mondo, aiuta enti ed aziende a raccontarsi con onestà attraverso progetti di comunicazione.