Sindaco e Dirigente scolastico denunciati per il crollo della scuola

Ascolta questo articolo

La Procura di Verona ha avviato un’indagine sul caso delle due bambine colpite dai pezzi di intonaco caduti nella scuola Pellico di Lugagnano lo scorso febbraio. A rivolgersi ai giudici inquirenti sono stati proprio i genitori delle due piccole, che chiedono si accerti se esistano delle responsabilità penali per quel fatto.

 

Gli avvocati delle due famiglie hanno indicato con responsabili del crollo il Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi e la Dirigente Scolastica di Lugagnano Piera Cattaneo.

 

Sindaco e Dirigente Scolastica sono stati denunciati per lesioni colpose a causa delle ferite provocate alle piccole, indicate in sette giorni per trauma cranico, diventati successivamente 15 giorni di prognosi. Le due bambine hanno vissuto poi continui incubi nelle notti successive all’incidente. È quindi la loro inabilità si è protratta fino a quaranta giorni.

 

Il Sindaco, indicano gli avvocati, sarebbe responsabile dell’accaduto in quanto ha l’obbligo di mantenere gli edifici scolastici in perfetto stato e in massima sicurezza. La Dirigente Scolastica, invece, sarebbe responsabile in quanto datore di lavoro dei luoghi dove si è verificato il crollo.

 

Per ora sembra che non vi sia nessuno iscritto nel registro degli indagati, perchè gli inquirenti vogliono prima verificare se siano realmente rilevabili responsabilità in capo a Sindaco e Dirigente Scolastica.

 

Ora tutti questi elementi sono al vaglio degli investigatori che decideranno se chiedere l’archiviazione del fascicolo o il giudizio davanti al giudice di pace forse entro la fine dell’estate.