Si avvicinano i trent’anni del SOS di Sona. Un sondaggio per la scelta del logo della ricorrenza: votatelo on line

19 aprile 1990: Un gruppo di persone composto da amministratori, funzionari comunali e cittadini del Comune di Sona decide di porre la propria firma sull’atto costitutivo di una nuova Associazione. Di fronte al Notaio Androvetto in un sala del Comune di Sona viene costituita l’Associazione di Pubblica Assistenza  “S.O.S. Servizio Operativo Sanitario”. Una realtà che nel corso di quasi tre decenni di cammino è diventata forte, solida, presente ed importante nel tessuto associativo della Comunità di Sona e non solo.

Il 19 aprile 2020 quindi si farà festa. Sarà un occasione per ricordare con emozione il percorso di vita fatto, i risultati raggiunti, le tante persone che a vario titolo hanno condiviso questo percorso, con un occhio attento sul presente e speranzoso sul futuro.

L’anno in corso quindi è, a tutti gli effetti, quello che condurrà alla celebrazione del trentennale. Sarà un periodo nel quale l’Associazione si preparerà per ricordare questa ricorrenza con varie iniziative e progetti con il coinvolgimento dei volontari e della Comunità di Sona.

Un primo passo importante è stato compiuto: martedì 18 giugno, alla presenza del notaio, l’Assemblea dei Soci S.O.S. riunita in sessione straordinaria (foto sopra), ha approvato il nuovo statuto che accompagnerà l’Associazione nel passaggio al Registro Unico del Terzo Settore secondo quanto previsto dalla riforma omonina D.Lgs 117/2017.

Nello stile S.O.S. ogni ricorrenza degna di tale nome viene rappresentata con un simbolo, un logo che accompagna la stessa per tutto il periodo in cui viene pensata, prende forma e alla fine realizzata.

Era stato così per la precedente esperienza dei 25 anni di vita celebrati nel 2015 ed è stato così anche  per la campagna di raccolta fondi per la nuova ambulanza, inaugurata il 2 dicembre 2018.

Ecco quindi una nuova proposta grafica per celebrare e ricordare i 30 anni di ininterrotta attività a favore della comunità. L’idea è di proporre più versioni del logo e lasciare alla rete (non solo quella dei soci S.O.S. ma anche quella di amici, conoscenti e cittadini della comunità) la scelta di quale adottare “Il Logo” attraverso una votazione on-line. Un modo per creare attenzione e curiosità verso questa ricorrenza e per dare la possibilità a tutti coloro che a vario titolo sono vicini all’Associazione, di lasciare un proprio segno di vicinanza e affetto. Ed un hastag: #trentannidisos sotto il quale verrà raggruppata tutta la comunicazione del prossimo periodo.

In queste proposte grafiche il S.O.S. ha cercato di rappresentare alcuni aspetti importanti della propria identità, oltre ai colori arancio del Servizio Sanitario e giallo della Protezione Civile: passato, presente e futuro, dinamicità e freschezza, professionalità, legami, impegno, concretezza. Quale dei segni grafici proposti si avvicina di più a queste definizioni?

Scopri i cinque loghi proposti e scegli quello che preferisci votando on-line, cliccando sul pulsante qui sotto. I cinque loghi sono frutto della fantasia e competenza di Agnese Bonetti, preziosa grafica anche de Il Baco da Seta.

Alfredo Cottini

About Alfredo Cottini

Nato a Bussolengo l'8 ottobre 1966. Residente a Lugagnano sin dalla nascita, un figlio. Diplomato in Informatica presso l'ITIS G. Marconi di Verona. Attivo nel volontariato da 24 anni come socio attivo nell'Associazione Servizio Operativo Sanitario, di cui è attualmente Vice Presidente e responsabile delle Pubbliche Relazioni. E' consigliere della Pro Loco di Sona. E' tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014.

Related posts