Serata in Musica a Sona

Come è ormai tradizione sabato 9 febbraio si è svolta a Sona in Sala Consiliare l’ormai tradizionale serata in musica per la consegna della borsa di studio intitolata al maestro Severino Ridolfi organizzata dal Corpo Bandistico di Sona e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Sona.  La serata ha visto esibirsi in successione le varie realtà musicali di Sona.

 

Il programma ha avuto inizio con il Corpo bandistico che ha suonato una serie di brani da “MUSICA PER I REALI FUOCHI D’ARTIFICIO”.  E’ seguita poi la TacaBanda, la banda giovanile per intedersi, con un serie di brani “FIRST CLASS”.  Corpo bandistico e TacaBanda hanno poi suonato assieme il brano “JOY OF LIFE”.  Un elemento di novità è stata la presenza dell’arpa che sia in forma solista che in duetto con il flauto traverso e poi con il Corpo Bandistico ha suonato una serie di brani tra cui “SUITE OF CELTIC FOLK SONGS”.

 

La seconda parte della serata è stata dedicata alle voci del Coro “Il mio Paese” che con i brani “PERO’ MI VUOLE BENE” e “UN BACIO A MEZZANOTTE” ha dato prova di una crescente professionalità.  Infine Corpo bandistico e coro hanno suonato e cantato assieme “BELLEZZE IN BICICLETTA”.  I maestri che si sono alternati sono stati: Fabrizio Olioso, Giordano Sartoretti e Sabrina Casagrande per la banda. Sara Granuzzo per il coro.

 


La parte finale della serata è stata dedicata alla “cerimonia”, condotta dal presidente del corpo bandistico Marino Bonomi, di assegnazione della borsa di studio alla presenza del sindaco Flavio Bonometti. Quest’anno la borsa di studio, del valore di 516 euro messa a disposizione dal Comune di Sona, è stata assegnata per i meriti e l’impegno profuso alla giovane Anna Bortignon di Sona.

 

Complimenti per la bella serata musicale e per l’ulteriore prova di qualità che la realtà della banda e del coro hanno saputo dimostrare.

 

Articolo precedenteIl sito della Banda di Sona
Articolo successivoUlss 22: Dall’Ora al posto di Piccoli
Enrico Olioso
Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.