Semaforo del Bosco di Sona: sette infrazioni al giorno. Ma arriva il “countdown”

Qualche settimana fa i Consiglieri di minoranza Maurizio Moletta della Lista Tosi per Sona, Enrico Cordioli di PD e Nuove Prospettive e Riccardo Barbaro del M5S avevano presentato una Mozione al Consiglio comunale di Sona in merito al semaforo in grado di rilevare infrazioni installato circa un anno fa presso l’incrocio del Bosco di Sona, che registra una media di ben sette infrazioni al giorno.

Nella Mozione si segnalava che “dal 19 dicembre 2017 sarà possibile installare sulla rete stradale italiana, i nuovi semafori dotati di display conta secondi che indicano quanto manca all’arrivo del rosso o viceversa”.

“Considerato che il Comune di Sona ha installato un impianto semaforico con rilevazione infrazione in località Bosco di Sona – proseguiva la Mozione -, considerato le molte proteste pervenute da molti automobilisti, che a dir loro sarebbero stati sanzionati in modo erroneo, sconfessati successivamente dalle registrazioni fatte, considerato che l’ente in questione ha posizionato questo tipo di semaforo per ridurre il numero di incidenti e non con l’intento di fare cassa; visto che c’è la possibilità di installare il countdown in modo da rendere edotto il conducente del tempo di fermata, in modo da togliere qualsiasi dubbio. Conscio che non si risolveranno le lamentele, ma se non altro si dimostrerà la buona intenzione dell’ente di venire incontro ai Cittadini. Con la presente si impegna l’amministrazione Comunale di dotare il semaforo del Bosco di Sona di un countdown e di reperire le risorse necessarie, per l’installazione dall’introito delle multe in quanto l’apparecchio rientra comunque nella sicurezza stradale”.

La Mozione è stata discussa nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Sona, ed è stata approvata all’unanimità dai Consiglieri di maggioranza e minoranza.

Su quel semaforo, e su altri tre sul territorio comunale, verrà pertanto installato il “countdown”, il sistema che mostra i secondi mancanti all’arrivo del rosso, e che quindi aiuta gli automobilisti a non cadere nell’infrazione e nella conseguente multa.

L’installazione potrà avvenire dopo il prossimo 19 dicembre, quando la norma in materia – come si diceva in apertura – permetterà l’attivazione di quel tipo di impianti semaforici.

Articolo precedenteIl Caleidoscopio: “L’arte si fa piccola”, filatelia, marcofilia e annulli filatelici anche a Verona
Articolo successivoAnche la Protezione Civile di Sona in piazza Bra per la Festa del Volontariato 2017
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews