Sedie della Giunta di Sona: determina di acquisto ritirata

La polemica aveva raggiunto ormai livelli di guardia, e nelle quattro frazioni del Comune in questi giorni non si parlava d’altro.

La decisione che aveva preso l’Amministrazione Comunale di acquistare per circa 13.000 euro venti nuove sedie per la sala Giunta, in sostituzione delle esistenti in quanto le attuali “non risultano più idonee ad un decoroso utilizzo, presentandosi logorate, danneggiate ed in cattive condizioni”, aveva destato molto stupore, soprattutto alla luce delle ristrettezze economiche che attanagliano il nostro Comune e che giornalmente vengono indicate come causa dei mancati progetti realizzati.

La notizia l’avevamo data in anteprima su questo sito ancora giovedì scorso, e moltissimi sono i commenti dei nostri lettori arrivati in redazione e di cui daremo conto sul prossimo numero della nostra rivista cartacea.

La notizia di ieri è che la ormai famigerata Determina n. 1440 del 31 dicembre 2009 – con la quale si era affidata la fornitura delle sedie – è stata ritirata tramite un’altra Determina, la n. 17/2010.

Una decisione di buon senso da parte dell’amministrazione, che siamo certi verrà condivisa dai cittadini di Sona. Augurandoci che quei tredicimila euro trovino ora una destinazione più adeguata alle vere esigenze del nostro Comune.

Articolo precedenteUn avvertimento dall’AVIS di Lugagnano: “Attenti agli sms fasulli”
Articolo successivoDomenica è sempre domenica: piazzole ecologiche aperte nel Comune di Sona
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.