Secchielli per l’umido troppo grandi?

Arriva oggi in redazione la comunicazione di una lettrice di Lugagnano che ci segnala una stranezza che le è successa in Comune in merito alla raccolta differenziata. La signora ci ha inviato anche una foto, che pubblichiamo. Ecco cosa ci scrive.

 

 

Volevo far sapere che sono andata in Comune a prendere un secchiello per la raccolta dell’umido, perché l’altro si è rotto.

 

Mi è stato consegnato un secchiello grande il doppio e non trovo sacchetti biodegradabili che rimangano aperti dentro il secchio. Mi chiedo: perché si distribuiscono secchielli di quelle dimensioni se prima non si è provveduto a creare dei sacchetti compatibili?

 

Giriamo la domanda all’ufficio ecologia del Comune di Sona.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews