Scuole materne in mobilitazione anche nel Comune di Sona contro la Regione

La Federazione Italiana Scuole Materne di Verona (FISM) ha messo in mobilitazione le scuole d’infanzia aderenti per protestare con la Regione Veneto per i ritardi nell’erogazione dei contributi, mettendo in seria difficoltà tante scuole materne che hanno già problemi a far quadrare i bilanci, per il calo delle nascite e quindi degli iscritti.

La parola d’ordine è: “Siamo un servizio pubblico, riconosciuto nei doveri, dimenticato nei diritti” .

Il presidente della FISM di Verona, Avv. Ugo Brentegani, ha chiesto alle scuole iscritte di farsi sentire con l’opinione pubblica, esponendo striscioni e scritte e interessando al problema i mezzi di comunicazione.

Nel comune di Sona delle tre scuole Fism di Lugagnano, Palazzolo e S. Giorgio in Salici, finora solo quella di Palazzolo ha risposto all’appello con uno striscione appeso alla cancellata, nella foto sopra.

La mobilitazione delle scuole materne aderenti al FISM, che nel Veneto sono 189 e si prendono cura di 16608 bambini, è prevista per oggi.

 .

Articolo precedenteLugagnano: venerdì festeggiamenti per il quinto anniversario del restauro della chiesetta di corte Messedaglia
Articolo successivoOnorina Cinquetti è il nuovo Rettore dell’Università Popolare di Sona
Nato a Palazzolo il 10 settembre 1939, è scomparso l'11 gennaio 2022. Laureato in Scienze Agrarie, ha operato nell’Amministrazione comunale di Sona per vent’anni, come consigliere, assessore e vicesindaco. Ha partecipato alla stesura dei tre volumi storici del Baco sulla storia di Sona, oltre a scrivere innumerevoli articoli sulla storia locale.