La Vicepreside del Comprensivo di Lugagnano: “Scuole: ma quali ritardi?”

Ascolta questo articolo

La Vicepreside dell’Istituto Comprensivo di Lugagnano risponde ad una richiesta di chiarimenti inviata da una mamma alla Redazione. Spiegando il motivo di alcune situazioni verificatesi all’inizio dell’anno scolastico.

 

Gentile signora,

 

dopo una intera settimana passata a espletare tutte le procedure per la copertura delle cattedre vacanti (o con docente assente), ad oggi 19 settembre siamo che:
• scuola Primaria – mancano 3 docenti;
• scuola secondaria di 1° grado mancano 5 docenti.

 

La scuola sa perfettamente quello che di norma, di competenza e di prassi la compete. Pertanto se si delibera di iniziare l’anno scolastico con un orario provvisorio ridotto è solo per avere il tempo necessario per procedere alle nomine del personale docente.

 

C’è da precisare che attualmente si sta nominando con criterio di urgenza, in quanto le graduatorie non sono disponibili. Quando saranno disponibili si dovrà rifare tutto daccapo… E’ sempre convinta che bisogna partire da subito con l’orario completo?

 

Anna Maria Bustelli