Scout di Lugagnano, rubati zaini ed effetti personali

Domenica scorsa 22 settembre i diciotto lupetti dell’ultimo anno di Branco degli Scout di Lugagnano si trovavano con i loro capi lungo il Mincio, per un’uscita in canoa tra Peschiera e Salionze. Una bella giornata di attività all’aria aperta, per sfruttare al meglio la temperatura ancora quasi estiva.

Dopo aver percorso il tragitto lungo quel tratto di fiume, i ragazzi con i loro capi sono approdati nei pressi di un parcheggio dove, la mattina stessa, era stata posteggiata la macchina di uno dei capi, con dentro tutti gli zaini riempiti per l’uscita di due giorni ed il carrello per recuperare le canoe.

Arrivati alla macchina lupetti e capi hanno avuto una brutta sorpresa. Alcuni delinquenti infatti avevano infranto un vetro della macchina e trafugato un totale di sette zaini grandi (con dentro sacco a pelo ed indumenti vari) e due zainetti più piccoli contenti, tra l’altro, un portafoglio e un cellulare.

“Più che il danno materiale, comunque abbastanza oneroso, – racconta al Baco uno dei capi scoutci ha colpito lo sguardo incredulo e sbigottito dei ragazzini, che hanno purtroppo preso atto nella concretezza di quanto accaduto che la natura dell’uomo ha più di un lato oscuro. Pensando in positivo, la speranza è che certi fatti non si ripetano più e che questi, per ora, loschi individui possano ritornare sui loro passi, facendo proprio uno stile di vita basato sull’onestà e sul rispetto reciproco”.