“Scegliete come scrutatori persone in difficoltà”, la proposta del PD di Sona

Il prossimo 25 maggio si terranno le elezioni europee. Il compito della scelta degli scrutatori è del Comune, che è responsabile dell’organizzazione dei seggi che si apriranno anche a Sona. Tradizionalmente a proporsi per fare gli scrutatori – bisogna iscriversi ad un apposito elenco – sono soprattutto studenti, ma anche lavoratori che così svolgono un prezioso servizio e al contempo ne ricavano un piccolo compenso che non guasta mai.

 

Una proposta in merito alla scelta degli scrutatori arriva in questi giorni dal PD di Sona. “Il nostro Comune – spiegano – attualmente è privo di un regolamento che individui dei criteri per la scelta dei suddetti scrutatori, che vengono quindi nominati dai componenti della Commissione Elettorale tra tutti i cittadini che risultano gli iscritti nell’elenco presente presso l’anagrafe del Comune. Il compito dello scrutatore è delicato e quindi è giusto che vengano individuate figure capaci all’altezza delle incombenze burocratiche elettorali. Per queste ragioni, spesso, la scelta delle persone incaricate alle operazioni avviene sulla base della conoscenza diretta e personale dei componenti della Commissione Elettorale”.

 

“Fatte queste dovute premesse – proseguono dal PD e Nuove Prospettive – riteniamo che la scelta delle persone chiamate a svolgere il ruolo di scrutatore debba tenere in considerazione le situazioni di particolare difficoltà economica, che purtroppo stanno riguardando molti nostri concittadini. Per questo, attraverso il nostro rappresentante Enrico Cordioli, membro della suddetta Commissione Elettorale, abbiamo proposto che la selezione avvenisse tenendo conto, anche informalmente, delle eventuali situazioni di disagio economico segnalate dai servizi sociali comunali. La nostra proposta, purtroppo, non è stata accolta”.

 

“Ce ne rammarichiamo ed auspichiamo, ugualmente, che per le imminenti elezioni europee, ferma restando la necessità di valutare la competenza e capacità che permettano di svolgere al meglio il compito assegnato, la scelta possa avvenire privilegiando i lavoratori disoccupati o gli studenti privi di reddito. Ci sembra – concludono i Democratici di Sona – una semplice azione, un piccolo segnale per dare un aiuto ed offrire occasione di reddito a chi è più in difficoltà”.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews