Ascolta questo articolo

I gestori del Club Il Giardino di Lugagnano replicano alla lettera inviata da un residente in zona che si lamentava per il parcheggio selvaggio. 

 

In risposta al sig. Cailotto residente in via U. Foscolo riguardo all’incidente accorso ad un ragazzo la sera del 21 dicembre. 

 

E’ perfettamente corretto puntare il dito sulla non curanza del codice stradale di alcuni avventori del club (Club che apre una o due volte al massimo alla settimana), però sarebbe altrettanto corretto puntare il dito sulla non curanze delle suddette regole da parte della maggior parte dei residenti della zona e dei clienti di alcuni esercizi tutti i giorni della settimana a tutte le ore (colui che scrive è proprietario di un negozio in via U.Foscolo e il parcheggio privato del negozio e il fronte strada sono regolarmente occupati da vetture di residenti).

 

A questo punto io direi che oltre a puntare il dito contro coloro che frequentano il nostro club (gestito senza scopo di lucro da appassionati di musica che portano nella nostra frazione musicisti internazionali di altissimo livello) bisognerebbe puntare il dito contro chi non ha mai pensato a costruire dei parcheggi adeguati.

 

Puntare il dito contro il club il Giardino è come scagliarsi la domenica sul sacerdote sul pulpito perchè le macchine fuori dalla chiesa sono in divieto di sosta. Noi del club comunque accogliendo le rimostranze di questi cittadini già da venerdì 21 Gennaio metteremo fuori dal club un cartello sollecitando i soci a parcheggiare in maniera corretta. E inseriremo al più presto sul sito una piantina con i parcheggi più vicini al club.

 

Club Il Giardino

giamprimoclubilgiardino@g.mail.com