Sarà Domenico Pompili il nuovo vescovo di Verona, succede a Zenti che lascia per anzianità

Come già si sussurrava da qualche giorno, sarà il vescovo di Rieti  monsignor Domenico Pompili ad assumere la guida della Diocesi di Verona come successore di San Zeno.

La notizia per ora è confermata ma ufficiosa, si attende l’annuncio formale da parte del Vaticano nei prossimi giorni. Domenico Pompili prende il posto del vescovo veronese Giuseppe Zenti, che dopo 15 anni alla guida della diocesi si è dimesso il 7 marzo scorso, al compimento dei 75 anni.

Pompili, nato a Roma, ha 59 anni, è divenuto prete nella diocesi di Anagni-Alatri in Lazio ed è vescovo di Rieti dal maggio del 2015.

Il 29 ottobre 2020 papa Francesco lo aveva nominato amministratore apostolico di Ascoli Piceno dopo le dimissioni del vescovo Giovanni D’Ercole e ha mantenuto l’incarico fino all’ingresso del nuovo arcivescovo Gianpiero Palmieri, avvenuto il 28 novembre 2021.

Una curiosità: Monsignor Pompili, che ha lavorato a lungo nella comunicazione con incarichi per Sat2000, la “tv dei vescovi” ed è stato responsabile per la CEI della comunicazione, ama anche giocare a calcio e ha partecipato a Partite del Cuore organizzate dalla Nazionale Cantanti. Una passione in comune con il neo sindaco di Verona Tommasi.

Silvia Bevilacqua
Quando giocava a calcio, faceva correre veloce il pallone, creando spazi dove non c’erano. Oggi, fa correre idee e parole verso mondi dove il senso civico prevale sugli interessi individuali e la convergenza vince sulle polarizzazioni. Umanista, progetta narrazioni d'impresa con una Laurea in Psicologia della Comunicazione. Convinta che le persone possano rendere più bello il mondo, aiuta enti ed aziende a raccontarsi con onestà attraverso progetti di comunicazione.