San Quirico: ancora un furto negli spogliatoi del West Verona Rugby. E proseguono i vandalismi

Ancora un furto a danno degli atleti del West Verona Rugby lo scorso martedì, presso il campo di San Quirico a Sona.

Durante l’allenamento della prima squadra, che milita nel campionato di C2, ignoti si sono introdotti negli spogliatoi e hanno rubato alcuni portafogli.

Grande ovviamente l’amarezza della società e degli atleti, che negli ultimi mesi hanno subito una serie di atti di vandalismo come la porta del magazzino sfondata e la porta della cucina della Club House rovinata. Oltre ad altri furti. Tanto che la società rugbistica si è vista costretta a mettere lamiere al posto delle finestre per evitare furti addirittura del microonde o di cassette degli attrezzi.

Un commento a caldo lo abbiamo chiesto a Marco Curti, dirigente della società e allenatore di una formazione giovanile. “La struttura di San Quirico subisce continuamente atti vandalici, ormai hanno rotto tutte le sbarre e finestre dei nostri container, che abbiamo dovuto sostituire con pannelli di ferro perchè quando li abbiamo messi in legno hanno rotto pure quelli. Hanno più volte rubato materiale e generi alimentari che teniamo in magazzino per i nostri terzo tempo. Hanno forzato le serrature degli spogliatoi più volte – prosegue Curti – e abbiamo dovuto cambiarle lo scorso anno perchè erano riusciti ad entrare. Hanno sporcato con il colore muri e porte, una volta hanno svuotato l’estintore davanti alla porta e bruciato parte del tendone che usavamo per il terzo tempo. Ed ora questo nuovo furto. Il problema principale degli impianti di San Quirico è la recinzione inadeguata e con parecchi buchi. E trovandosi in una zona relativamente isolata…”.

Una situazione incredibile. Ora i Carabinieri di Sommacampagna stanno indagando per capire chi potrebbero essere gli autori di queste azioni.

.