San Giorgio in Salici: veglia di preghiera perché i Padri Comboniani possano rimanere

Ascolta questo articolo

Questa sera 10 giugno alle ore 21 sul piazzale della Chiesa di San Giorgio in Salici si tiene una veglia di preghiera silenziosa.

Scopo di questo momento comunitario – spiegano gli organizzatori – è muovere lo Spirito affinché il nostro Vescovo decida favorevolmente di lasciare a San Giorgio i nostri Padri Comboniani.

Tutto nasce, come abbiamo raccontato due giorni fa su questo sito (LEGGI L’ARTICOLO), la settimana scorsa quando nel paese sono iniziate a girare alcune insistenti voci secondo le quali il Vescovo di Verona non avrebbe intenzione di rinnovare la gestione della parrocchia a Padre Giampaolo e i suoi due Confratelli Gianfranco e Gigi dopo solo otto mesi dall’insediamento. La sera stessa, sull’onda di questa notizia, si era tenuta un’animata riunione nelle sale parrocchiali alla presenza di oltre un centinaio di paesani molto preoccupati di questa eventualità.

Il giorno seguente tutte le Associazioni della frazione hanno scritto insieme una lettera nella quale esprimono solidarietà ai propri Pastori, ribadendo il positivo rapporto di fiducia e collaborazione che si è da subito instaurato tra loro e la comunità locale. Una lettera ufficiale dello stesso tenore è stata scritta anche dal Consiglio Pastorale e consegnata direttamente nelle mani del Vescovo Zenti.

L’invito che fanno il Consiglio Pastorale e le catechiste per la veglia di questa sera è quello di portare con sé una candela, in modo da creare un concerto di luci che aiuteranno la preghiera.

Sperando – si augurano a San Giorgio – che il Vescovo ascolti la voce della comunità.