San Giorgio in Salici: Un vero successo la sfilata di Carnevale per le vie del paese

Sabato 3 febbraio le strade principali di San Giorgio in Salici si sono riempite di fate, principesse, maghi e pirati. Tante famiglie e persone travestite a festa proveniente non solo dal paese, ma anche dai comuni limitrofi, desiderosi di immergersi nell’atmosfera di allegria e divertimento con la sfilata di carnevale organizzata dalla parrocchia.

I protagonisti indiscussi della sfilata sono stati i più piccoli, con le loro risate e la loro spensieratezza. Un grande successo riscosso anche dalla scuola dell’Infanzia Don Eliseo Panardo che, con il suo biscione di bambini, ha aperto il corteo, seguito dallo Tzigano di Lugagnano, il corpo bandistico folk di Quaderni e le majorette che hanno stupito tutti con le loro coreografie.

Un momento tanto atteso che non ha deluso proprio nessuno. Partendo dall’usuale presenza dei carri allegorici che hanno sfilato per le strade del paese, quello coloratissimo di Sona con i SonArtisti, quello di Fane, il bellissimo Carro del Circolo Giustiniano NOI di Palazzolo, dedicato al mitico SuperMario, e la Compagnia dei Quattro Gatti di Cavaion. In chiusura anche il carretto degli Alpini. Immancabile pure la presenza del sovrano del carnevale di Verona, il Papà del Gnoco.

Tra le autorità locali, non potevano mancare il sindaco Gianfranco Dalla Valentina, gli assessori Maurizio Moletta, Orietta Vicentini e Paolo Bellotti ed il presidente del consiglio Edgardo Pesce. A sorvegliare sulla sicurezza e sulla salute dei tanti partecipanti i volontari della Protezione Civile e del SOS di Sona.

La sfilata si è poi conclusa nel campo sportivo parrocchiale dove i tanti volontari delle associazioni paesane hanno offerto a tutti i presenti delle bevande calde e dei buonissimi gnocchi. Un pomeriggio che siamo certi abbia rallegrato l’animo di molte persone, nel vero segno del Carnevale.

Elisa Oliosi
Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea per poter insegnare: ciò che ha sempre sognato. Ora insegna Letteratura e Storia presso l'Istituto Tecnico di Bussolengo. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini.