San Giorgio in Salici. “Tanti interventi per viabilità e sicurezza”. Il sindaco Dalla Valentina ha spiegato i progetti per la frazione

Lunedì 20 maggio, presso la sala civica di San Giorgio in Salici, si è tenuto un incontro di grande importanza per la comunità locale, organizzato dal sindaco Gianfranco Dalla Valentina. Presenti anche gli assessori Maurizio Moletta, Roberto Merzi, Orietta Vicentini e Paolo Bellotti, del consigliere Giuseppe Carcereri e del presidente del consiglio comunale Edgardo Pesce, per discutere di alcuni progetti cruciali per il territorio.

Il sindaco Dalla Valentina ha aperto la serata presentando il nuovo progetto di fattibilità tecnico-economica, sottolineando che l’incontro si inserisce nell’ambito della politica partecipativa promossa durante la campagna elettorale. L’amministrazione intende infatti coinvolgere attivamente i cittadini, condividere i progetti e accogliere suggerimenti utili, con l’obiettivo di costruire una comunità informata e partecipativa.

Il progetto presentato riguarda interventi per la sicurezza stradale nella frazione di San Giorgio in Salici, concentrati sulla viabilità comunale di via Gaburri e via Tagliaferro. Nello specifico, è previsto l’allargamento del manto stradale di 2 metri, la creazione di un’aiuola spartitraffico di 1,50 metri e una pista ciclabile di 2,5 metri che si estenderà fino a una nuova rotonda in via Gaburri, avente un raggio di 15 metri. Portando ad un allargamento complessivo del manto stradale di 6 metri.

Un’ulteriore rotonda sarà realizzata vicino al ponte Santa Caterina. L’obiettivo è mettere in sicurezza un incrocio pericoloso sia per gli automobilisti che per i pedoni. Il costo stimato per questi interventi è di 1milione e 300mila euro. I lavori, che inizieranno tra circa sei mesi, saranno avviati solo dopo l’esito di una gara pubblica.

Le foto del servizio sono di Giulio Braggio.

Il progetto ha sollevato diverse perplessità da parte dei cittadini presenti all’incontro, molte le preoccupazioni emerse, soprattutto riguardo alla possibilità che una strada più ampia possa indurre gli automobilisti a correre di più. Questa situazione già spaventa le famiglie che temono per la sicurezza dei loro figli, in particolare dei bambini che al mattino prendono l’autobus all’incrocio tra via Gaburri e via Belvedere.

I cittadini hanno richiesto che questo incrocio, già di per sé pericoloso, venga messo in sicurezza il prima possibile. Tra le proposte emerse durante la serata, vi è l’installazione di dissuasori di velocità in prossimità delle strisce pedonali e una segnaletica più chiara e visibile, specialmente vicino all’Asilo in via Santini.

La discussione si è fatta accesa ma, nonostante la tensione, il sindaco ha ribadito l’importanza del confronto con la comunità e ha assicurato di aver preso nota di tutte le criticità segnalate. Ha promesso di provvedere con un piano che risponda alle esigenze di sicurezza espresse dai cittadini. Il Sindaco ha inoltre anticipato i piani per futuri interventi stradali, come la possibile realizzazione di una rotonda all’incrocio tra via Celà e via Cherubina, e ulteriori interventi a San Rocco. A giugno verrà anche realizzata una piastra per attività sportive presso gli impianti sportivi del paese, un’iniziativa voluta dai giovani di San Giorgio e sostenuta dalla consulta di frazione.

Durante l’incontro l’assessore Roberto Merzi ha poi aggiornato i presenti sullo stato dei lavori relativi alla TAV, un tema di grande interesse per la comunità. Ha fornito dettagli sui tempi di ripristino del ponte sull’autostrada A4 e della viabilità urbana, con una previsione di completamento entro la prima metà del 2025.

L’avanzamento dei lavori in galleria prevede il ricongiungimento dei due fronti entro il 2024, mentre la deviazione di via Casa Stefania sarà attivata a fine giugno 2024. Il ripristino degli asfalti è previsto per la prima decade di giugno 2024, condizioni meteo permettendo. Infine, la realizzazione di una rotonda su SP26 lato sud sarà completata entro la fine del 2025, e una pista ciclabile sterrata tra via Campagnola e via Casa Stefania sarà pronta entro il 2026.

Elisa Oliosi
Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea per poter insegnare: ciò che ha sempre sognato. Ora insegna Letteratura e Storia presso l'Istituto Tecnico di Bussolengo. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini.