San Giorgio in Salici: Le Associazioni d’Arma commemorano l’8 settembre ed i militari italiani internati in Germania

Il gruppo Combattenti e Reduci di San Giorgio in Salici fa memoria della ricorrenza dell’8 settembre 1943 che segnò il tragico destino di migliaia di soldati italiani internati nei Lager nazisti.

Per i tedeschi erano diventati IMI, Internati Militari Italiani, o Italienische Militaer-Internierte, privati dello status prigionieri di guerra e per questo si ritennero liberi di usarli a loro piacimento avviandoli al lavoro coatto nelle industrie.

Il ricordo degli IMI oggi è conservato e divulgato dall’Associazione Nazionale Ex Internati, riconosciuta come ente morale fin dal 1948 che cerca di mantenere viva la memoria di quegli internati e dei valori che li sorressero durante la prigionia.

Il programma della commemorazione prevede giovedì 8 settembre alle ore 18 il ritrovo presso il Cippo ex internati in via Palladio, inaugurato il 25 aprile 2013, la deposizione della corona d’alloro, segue la messa nel vicino parco celebrata dal parroco padre Giampaolo Mortaro.

A conclusione rinfresco nelle sale parrocchiali. Le Associazioni d’Arma invitano tutta la comunità a partecipare.

Sopra, foto degli anni Settanta l’Associazione Combattenti e Reduci di San Giorgio in Salici durante un’uscita.

Valentino Venturini
Nato a Cerea il 14 febbraio 1941. Residente a S. Giorgio in Salici dal 1949. Sposato con quattro figli, ho esercitato la professione di tecnico di anatomia patologica. Appassionato di ricerche storiche, ho raccolto i dati della parrocchia di S. Giorgio e dell’Oratorio di S. Rocco dal 1028 al 1940 circa, dell’Asilo don Panardo e del Campanile. Sono componente del gruppo storico del Comune di Sona.