Ascolta questo articolo

Sono iniziati negli scorsi giorni i lavori per la manutenzione straordinaria di parte della copertura della struttura locularia del Cimitero di San Giorgio in Salici, comprendente l’ala sud e la cappella centrale.

La struttura realizzata tra la fine degli anni ’60 e metà degli anni ’70 presenta tutte le problematiche del passaggio degli anni, pertanto sono evidenti fenomeni di fatiscenza, umidità, infiltrazioni di acque meteoriche dal manto di copertura sino all’intradosso del solaio.

I lavori in corso prevedono la rimozione ed il rifacimento del manto di copertura in coppi, con eventuale recupero di quelli esistenti; l’inserimento di una guaina bituminosa; il ripristino degli intonaci dell’intradosso; il ripristino del soffitto della cappella centrale e il ripristino delle tinteggiature.

Per tutta la durata dei lavori la struttura locularia e le tombe di famiglia collocate in adiacenza alla struttura stessa saranno inagibili in quanto rientrano nel perimetro dell’area di cantiere all’interno della quale sono collocati i ponteggi e le aree di deposito e scarico materiali.

“Gli edifici presenti all’interno dei Cimiteri del nostro Comune – spiega il Vicesindaco Roberto Merzi – necessitano da anni di interventi consistenti non essendo più sufficienti le piccole riparazioni che, alla lunga, creano una spesa maggiore. Per questo prosegue l’attività di manutenzione straordinaria che, oltre a risolvere la questione per i prossimi decenni, riconsegnerà decoro ai nostri cimiteri”.

“Infatti, dopo i lavori al Cimitero di Sona, quasi giunti al termine, si procede ora con quelli a San Giorgio. Si tratta del rifacimento della copertura del lato sud del transetto più vecchio – prosegue Merzi – e contestuale sistemazione della cappella centrale. Anche qui il problema erano le cospicue infiltrazioni causate dalla vetustà ma, dai primi sopralluoghi, anche da precedenti lavori fatti con approssimazione. Soprattutto verrà rifatto il soffitto della cappella che dava segni di cedimento ed era stato messo in sicurezza con una rete di trattenuta dei calcinacci, restituendola alla comunità per le celebrazioni all’interno del Cimitero e per dei momenti di preghiera ai propri cari”.

La spesa complessiva dell’intervento è di 58mila euro e i lavori hanno una durata prevista da contratto di 90 giorni.