San Giorgio in Salici: I cacciatori premiano Vittorio Faccioli per il suo impegno nel volontariato

Ad inizio maggio presso l’agriturismo “La Quercia” a San Giorgio in Salici si è svolto un evento simpatico e molto partecipato, che mancava da due anni causa pandemia Covid.

I cacciatori della zona di San Giorgio in Salici e dintorni, capitanati dal consigliere comunale Maurizio Moletta, punto di riferimento dei nostri cacciatori, hanno organizzato la loro tradizionale serata, con cena ovviamente a base di ottima selvaggina.

Ogni anno nel corso di questo evento viene assegnato un attestato di riconoscimento ad una persona meritevole per l’impegno di volontariato svolto nella comunità.

Quest’anno la persona indicata è stato Vittorio Faccioli, simpaticamente detto “Bato” perché è anche un riferimento importante per i campanari di San Giorgio in Salici.

Vittorio è anche il responsabile del gruppo Combattenti e Reduci, che guida da molti anni, ed è socio del gruppo alpini di San Giorgio.

La pergamena con le motivazioni dell’attestato è stata consegnata a Vittorio dal sindaco di Sona Gianluigi Mazzi, da Maurizio Moletta, dal parroco di San Giorgio padre Gianpaolo Mortaro e dai rappresentanti delle forze dell’ordine.

All’incontro erano presenti anche il vicesindaco Gianfranco Dalla Valentina, l’assessore Monia Cimichella, il consigliere Orietta Vicentini, l’ex assessore Meri Pinotti ed i riferimenti dei gruppi di volontariato come il gruppo alpini e la protezione civile del Comune. In più di cento i cacciatori e simpatizzanti che hanno preso parte all’evento.

Nella foto sotto la pergamena consegnata a Vittorio Faccioli. Sopra, il momento della consegna.